Home Milan News Pioli: “Qualche acciacco da valutare. Segnali importanti da Suso”

Pioli: “Qualche acciacco da valutare. Segnali importanti da Suso”

Le dichiarazioni a Sky Sport di mister Stefano Pioli alla vigilia del match contro la Lazio, big match della prossima giornata di Serie A.

Stefano Pioli Milan
Stefano Pioli (©Getty Images)

Archiviata la gara con la Spal, che ha regalato la prima vittoria al Milan sotto la nuova gestione tecnica, Stefano Pioli è concentrato sul big match di domani.

I rossoneri ospitano la Lazio, avversario temibile ed in corsa per la zona Champions League, proprio come la sua squadra. Interpellato da Sky Sport, l’allenatore emiliano ha parlato del momento del Milan, che deve dare continuità al successo di giovedì contro i ferraresi.

Alcune scelte di formazione potrebbero essere diverse da quelle dell’ultimo match: “Dobbiamo valutare alcuni acciaccati, qualcuno ha manifestato dei problemini fisici. L’allenamento di rifinitura ci aiuterà a capire meglio su chi possiamo puntare per domani”.

Pioli è stato interpellato poi sul rendimento di Jesus Suso: “Ho avuto ottimi segnali da lui, la volontà di cambiare la stagione e di migliorarsi. Dev’essere un segno distintivo di tutta la squadra. Non conta chi gioca e chi no, se uno comincia dalla panchina o dall’inizio. E’ importante sacrificarsi per il gruppo, avere un unico intento. C’è la consapevolezza da parte sua di essere parte integrante di una squadra importante”.

La Lazio venderà cara la pelle: “Sappiamo che sarà dura, sono avversari di alto livello. Battere la Lazio aumenterebbe convinzione e consapevolezza. Ci proveremo per migliorare la nostra classifica. Per vincere servirà fisicità ma anche tanta qualità, certe partite si comandano utilizzando tutte le armi a nostra disposizione”.

Le differenze tra la sua vecchia Lazio ed il Milan attuale: “E’ diverso, lì partii dall’inizio stagione e non avevano ambizioni enormi. Il Milan giustamente le ha, possiamo lavorare e riuscire a fare bene come fu per la Lazio di quella stagione lì”.

Su Paquetà: “Cerco di inserire tutti i miei calciatori nel ruolo migliore, facendoli esprimere a loro agio. Mi adatto sempre alle caratteristiche di talenti come Lucas, è importante per farli sentire a proprio agio”.

Infine sull’importanza del gruppo rossonero: “Il gruppo è attento, vuole crescere e far bene con l’aiuto di tutti. Ovvio che servono i risultati, possono cambiare l’umore e l’andamento della squadra”.

CorSera – Elliott, c’era l’ok per Modric e Ibrahimovic