Home Calciomercato Milan Kean, il padre snobba il Milan: “Meglio la Roma”

Kean, il padre snobba il Milan: “Meglio la Roma”

Il padre di Moise Kean lancia una frecciata piuttosto chiara ai rossoneri, allontanando definitivamente l’attaccante del 2000 da Milanello.

Moise Kean Italia
Moise Kean (©Getty Images)

In vista della sessione di calciomercato invernale vi sono due club di prima fascia del campionato italiano costretti ad un investimento, in particolare nel reparto d’attacco.

Si tratta di Milan e Roma, che con motivazioni diverse andranno a caccia di un rinforzo in zona offensiva. I rossoneri hanno bisogno di rimpolpare l’attacco con un elemento prolifico e di qualità, i giallorossi invece devono sostituire l’infortunato Nikola Kalinic.

Entrambe si sono interessate ad uno stesso calciatore: l’italiano Moise Kean, centravanti classe 2000 che attualmente milita in Inghilterra, nelle fila dell’Everton, dove però non sta affatto brillando.

Milan e Manchester United su Camavinga. Il Rennes: “Ci sono contatti”

Calciomercato Milan, il papà di Kean snobba i rossoneri

Un possibile duello dunque sul mercato invernale tra le due rivali, anche se non è ancora partita alcuna trattativa vera e propria per riportare Kean in Italia.

L’ex juventino dovrà prendere una decisione a breve, visto che la Premier League al momento non lo soddisfa. Intanto suo padre, Jean Kean, ai microfoni di Juvenews.eu ha letteralmente snobbato l’ipotesi Milan, utilizzando concetti piuttosto chiari.

Kean senior preferisce la Roma: “Io lo voglio subito in Italia, lo voglio immediatamente, senza nessun altra scusa deve tornare subito a casa. Qui c’è la Roma dove ha Zaniolo che è un suo grandissimo amico e insieme possono imparare molte cose. Se viene alla Roma sarò molto soddisfatto e lo spero. Non sono contentissimo dell’Inghilterra per questo voglio che torni.”

Ecco perché sarebbe meglio un approdo nella capitale anziché a Milanello: “Tra Roma e Milan preferisco i giallorossi per due motivi: il primo è Fonseca perchè fa giocare bene la squadra e fa crescere molto i giovani, come faceva Allegri. Fonseca è molto sveglio e prepara bene la squadra anche per quello che deve ancora arrivare, lui prepara il futuro e Moise si troverebbe benissimo. Poi perchè il Milan non è più il top club di una volta e ora stanno attraversando un momento molto delicato, non crescerebbe se va ai rossoneri in questo momento. Da piccolo era anche tifoso dell’Inter, magari questo può influire, però è un mio pensiero”. 

Piatek: “Quanto valgo? Costerò 70 milioni quando cambierò squadra”