Home Calciomercato Milan CorSera – Milan, Ibrahimovic tentato: si spera in una scelta di cuore 

CorSera – Milan, Ibrahimovic tentato: si spera in una scelta di cuore 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:28

Milan, all-in su Zlatan Ibrahimovic: c’è l’offerta sul tavolo e si spera in una scelta di cuore. Nel frattempo sembrerebbe che lo svedese sia molto stuzzicato dal ritorno in Lombardia. 

Zlatan Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)Milan, Zlatan Ibrahimovic è tentato. Come infatti riferisce il Corriere della Sera oggi in edicola, lo svedese, al di là di un’offerta economica non altissima, è comunque stuzzicato dall’ipotesi di un ritorno in rossonero lì dove ha tanti amici, ricordi e in una città che la famiglia considera come casa.

Dall’altra parte – si legge – la società sa di non aver presentato la proposta che Ibra si aspettava, ma si spera che l’attaccante faccia una scelta di cuore. Consapevole che non verrebbe considerato appena come un rinforzo per gennaio, ma un leader su cui è stato fatto un investimento fuori schema per renderlo l’icona di questo progetto in rampa di lancio.

Ibra-Milan, garantisce Shevchenko

Sarebbe un omaggio alla sue storia, ma anche una botta di adrenalina a un ambiente fin troppo depresso. Nel frattempo Sinisa Mihajlovic continua a non mollare la presa per il suo Bologna, così come anche esiste una mediazione di Carlo Ancelotti per il suo Napoli.

Se alla fine dovesse accettare il Diavolo, la società vorrebbe averlo a disposizione per gli allenamenti già a dicembre, poiché c’è da recuperare la condizione ideale dopo quest’attuale pausa e soprattutto i ritmi non ossessivi dell’MLS.

A garantire sul suo ritorno intanto c’è anche un ex bomber milanista, Andriy Shevchenko: “Se Ibrahimovic vorrà tornare in Italia e sarà in condizione, potrà dare ancora tanto. È un ragazzo a posto, ha un enorme curriculum. Ovunque è andato ha fatto bene: se vuole rientrare al Milan potrà fornire una grande mano alla squadra”. E ancora: “Contano le motivazioni: accettare il Milan significherebbe assumersi grandi responsabilità. È alla fine della carriera, non sarebbe un passaggio qualsiasi”.

L’età di certo si fa sentire, ma la tecnica e i i gol alla taekwondo restano come ha dimostrato il campionato uscente. Così come forte e titanica resta la sua personalità da totem dello spogliatoio, nonché l’elemento che maggiormente ingolosisce le pretendenti e non comporta costi di cartellino. Per il Milan, quindi, sarebbero poche le controindicazioni generali. Pochissime.

Gazzetta – Milan-Napoli, probabili formazioni: Bonaventura sorpassa Rebic