Milan-Napoli, vietato fallire. Piatek inizia a giocarsi il futuro

Milan-Napoli, Stefano Pioli e Carlo Ancelotti spalle al muro: nessuno può fallire. Ma al centro c’è Krzysztof Piatek, il quale anche inizierà a giocarsi il futuro nelle prossime gare. 

piatek ac milan
Krzysztof Piatek (©Getty Images)

Milan-Napoli, guai a sbagliare. Stefano Pioli e Carlo Ancelotti, sono entrambi obbligati a vincere. Ma come evidenzia La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, stasera a San Siro gli occhi saranno puntati anche su un terzo protagonista in discussione: Krzysztof Piatek.

Come infatti riferisce il quotidiano, il destino del centravanti polacco probabilmente è chiuso nelle prossime cinque partite. Da una parte dovrà spiegare alla dirigenza che cederlo a gennaio non è poi un’idea così buona, dall’altra dovrà difendersi dall’arrivo imminente di un altro centravanti che sia Zlatan Ibrahimovic o meno.

Piatek ha bisogno di svoltare, e magari l’ultima rete in nazionale è di buon auspicio. Il fatto che poi di fronte anche ci sia il Napoli, chissà, magari è un altro segno positivo. Perché è proprio contro la squadra di Ancelotti che l’ex Genoa iniziò a scatenarsi: debutto il 26 gennaio in campionato e poi doppietta il 29 in Coppa Italia. L’avventura milanista di Piatek, quindi, resterà legata indissolubilmente al Napoli, col 24enne che lì ha avviato la magnifica cavalcata dello scorso anno.

Ora il Diavolo ha disperatamente bisogno di quel centravanti famelico e spietato. “Le sue prestazioni sono in crescita. Per me resta un uomo d’area: più palloni mettiamo, più lo favoriamo”, ha riferito ieri Pioli in conferenza stampa. Ma al di là di qualsiasi miglioramento teorico, ora è il momento della pratica. E’ arrivato il momento di buttarla dentro. Solo così che Piatek potrà ripartire davvero.

Milan-Napoli, probabili formazioni: in attacco ci sarà Bonaventura