Milan, Ibrahimovic e quel messaggio in codice: i possibili scenari

Milan, continua a far rumore quel messaggio criptico postato da Zlatan Ibrahimovic via social. Come evidenzia La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, la tempistica non può essere una casualità. 

Ibrahimovic zlatan
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Nuovo indizio social per Zlatan Ibrahimovic. Ma questa volta, rispetto a quando lo scorso dicembre si immortalò con gli oggi rossi che ne annunciava l’arrivo in casa Milan, questo è molto più complicato da decifrare.

“Fallo con passione o non farlo affatto”, è quanto postato dal 38enne attraverso il proprio account Instagram con tanto di video che lo ritrae mentre si riscalda. Le interpretazioni ora sono tante. Un avviso al club? Una dichiarazione d’amore o un segnale che traccia la strada per l’addio al calcio giocato?

Milan, futuro di Ibrahimovic in bilico

Come anche riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, decriptare il codice non è affatto facile. Ma la scelta dei tempi, però, non può di certo passare inosservata. Perché per quanto sia un messaggio fumoso, Ibra ha comunque deciso di intervenire proprio mentre il Diavolo è in guerra civile. Non una casualità probabilmente.

Zvonimir Boban e Paolo Maldini sono stati sostanzialmente i suoi unici interlocutori in società, e non è certo un segreto che la loro uscita lo abbia lasciato più che perplesso. E i dubbi potrebbero aumentare ulteriormente qualora Ralf Ranginck, di fatto prossimo allenatore rossonero, ritenesse non fondamentale la presenza dello svedese.

Scenario – rivela il quotidiano – che potrebbe materializzarsi a breve. Perché chi conosce il manager tedesco sa che non ama lavorare con “accentratori” alla Ibrahimovic. Ancor di più poi se questo sta per compiere 39 anni e potrebbe non offrire garanzie sul piano fisico.

Ma è pur vero che i numeri sono tutti dalla parte di Ibrahimovic. Oltre alle tre reti in nove presenze, il campione scandinavo ha saltato appena due partite in due mesi gestendosi alla grande e lasciando sempre il segno. Ha poi portato in rossonero qualità, esperienza, carisma e leadership. Caratteristiche che hanno permesso al Diavolo di svoltare nel 2020.

Ecco perché l’Ad Ivan Gazidis, nonostante tutto, potrebbe riprendere il discorso sul rinnovo. Gli verrebbe offerta nel caso l’opportunità da doppio leader, in campo e fuori. Guida sul terreno di gioco e una sorta di ultimo pezzo di storia “riconoscibile” in un rilancio che passerà dai giovani. Se poi il progetto intrigherà Ibrahimovic, questo è ancora tutto da vedere.

LEGGI ANCHE: BOBAN-MILAN, ECCO PERCHE’ L’ANNUNCIO NON ARRIVA