Serie A, sospensione stipendi di marzo: le ultime

Discussione in corso tra la Lega Serie A, i club e l’assocalciatori. Le società chiedono una mano ai propri tesserati.

serie a
Serie A

Discussioni in corso tra i vertici del calcio italiano e l’Assocalciatori. Non si parla della ripresa del campionato e degli allenamenti, ma di questioni più legate al fattore economico.

In sintesi, come spiegato da Sky Sport, i club di Serie A e la Lega starebbero valutando l’ipotesi della sospensione degli stipendi ai rispettivi tesserati per il mese di marzo.

Una misura speciale per limitare i danni economici che i club rischiando di avere (700 milioni complessivi) in caso di stop definitivo al campionato 2019-2020 per colpa dell’emergenza Coronavirus.

Le 20 squadre hanno dato il mandato al presidente di Lega Dal Pino di accordarsi con il numero uno della FIGC Gravina e col presidente dell’AIC Damiano Tommasi.

Si chiede dunque uno sforzo ai calciatori, che dovrebbero rinunciare ad un mese del proprio stipendio. Inoltre nell’assemblea si è parlato di due opzioni extra per il proseguo della stagione: varcare la soglia del 30 giugno (e ridiscutere le scadenze contrattuali) o, in extrema ratio, l’intervento del Governo per colmare le perdite in caso di sospensione totale.

LEGGI ANCHE -> CORONAVIRUS, MILANO BLINDATA DALL’ESERCITO