Milan, mercato cinese da cancellare: via gli ultimi superstiti

Milan, l’obiettivo societario è cancellare completamente il mercato cinese da 240 milioni di euro. Via gli ultimi superstiti in rossoneri. Ci sarà spazio solo per un’eccezione.

Franck Kessie (©Getty Images)

Demirabellizzare e defassonizzare il Milan. Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, sarà questo il prossimo obiettivo estivo del Diavolo: cancellare il mercato cinese caratterizzato della vecchia coppia dirigenziale composta da Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone.

Potrebbe e dovrebbe esserci un’unica eccezione: Hakan Calhanoglu. Per il resto via all’epurazione totale. Un gruppo nutrito, di cui gran parte è già andato via, che vide investimenti dalla bellezza di 240 milioni di euro per 12 acquisti totali.

Milan, in uscita i giocatori dell’era cinese

Arrivarono Leonardo Bonucci, Mateo Musacchio, Frank Kessie, André Silva, Andrea Conti, Hakan Calhanoglu, Ricardo Rodriguez, Lucas Biglia, Fabio Borini, Nikola Kalinic e successivamente gli svincolati Pepe Reina e Ivan Strinic.

Per quanto riguarda la suddivisione economica, l’ex juventino arrivò per 44 milioni di euro. 17.7 fu invece la cifra necessaria per Musacchio, 32 per l’attuale centrocampista rossonero ex Atalanta, 24.2 per Conti, 20.3 per il numero 10 rossonero, 14.2 per Rodriguez, 19.2 per l’ex capitano della Lazio, 5.5 per Borini e 27 per Kalinic.

Ora l’intento è di chiudere un cerchio. E per farlo, tranne Calhanoglu come già detto, bisognerà salutare gli ultimi tre superstiti: Musacchio, Conti e Kessie. I quali sono già da un bel po’ in bilico. E’ da tempo, infatti, che il Milan cerca in difesa un profilo più affidabile dell’argentino ex Villarreal.

Conti ha dato importanti segnali di ripresa tanto da scalzare anche Davide Calabria, ma probabilmente non è sufficiente per il Milan del domani. Kessie, invece, è da tempo in uscita ed è rimasto alla base solo perché non è arrivata l’offerta attesa. Chi andrà via di sicuro e in modo automatico – tanto da non essere stato contato finora – sarà Biglia, dal momento che il contratto è in scadenza e non sarà sicuramente rinnovato. Farà da apripista a tutti gli altri compagni.

LEGGI ANCHE: MILAN, SPUNTA LA SOLUZIONE PER PAQUETÁ