Ancelotti: “Nuova preparazione? Guardate il mio Milan nel 2006”

Le parole di Carlo Ancelotti, critico con la possibilità di dover fare una nuova preparazione prima di riprendere a giocare.

Ancelotti allenatore
Carlo Ancelotti (Getty Images)

Critico Carlo Ancelotti. Soprattutto con chi dice che, dopo la fine dell’emergenza Coronavirus, servirà molto tempo per riprendere a giocare a calcio.

C’è chi auspica almeno tre settimane di preparazione fisico-atletica prima di riprendere i campionato e le coppe. Tutt’altro che concorde l’ex allenatore del Milan, intervistato oggi dal Corriere dello Sport.

Tre settimane di preparazione? Mi sembra una barzelletta – ha ammesso Ancelotti – Penso al mio Milan nel 2006: ci fu tolta la penalizzazione e ripartimmo all’improvviso dai preliminari di Champions League, con i calciatori che erano in vacanza dopo i Mondiali”.

Ricordi paradossali ma molto felici: “Dovetti telefonare ai ragazzi che erano in vacanza perché quattro giorni dopo avremmo dovuto affrontare la Stella Rossa. Cafu rientrò dal Brasile ventiquattr’ore prima e giocò poi novanta minuti interi. Poi sappiamo tutti come andò a finire la Champions a maggio…”

LEGGI ANCHE -> MILAN, DUE RIENTRI DAI PRESTITI A LUGLIO