23 aprile 2003: Milan dall’inferno al paradiso contro l’Ajax

Il 23 aprile 2003, esattamente diciassette anni fa, il Milan batteva l’Ajax nei Quarti di Champions League con un gol al 90′ grazie a Filippo Inzaghi.

Milan Ajax Champions 2002 2003
Milan-Ajax (foto acmilan.com)

Il 23 aprile 2003, esattamente diciassette anni fa, a San Siro è andata in scena una partita ricordata con grande piacere dai tifosi rossoneri. Il Milan di Carlo Ancelotti sconfisse l’Ajax 3-2 e si guadagnò l’accesso alle semifinali della Champions League.

Una partita al cardiopalma, considerando che a pochi minuti dalla fine il Diavolo era eliminato. Infatti, con il 2-2 si sarebbe qualificata la squadra di Ronald Koeman dopo il pareggio senza reti dell’andata ad Amsterdam. La zampata di Filippo Inzaghi a scavalcare Bogdan Lobont ha riportato il Milan in paradiso. Sulla riga c’è stato il tocco di Jon Dahl Tomasson, ma per tutti quel gol appartiene a Pippo.

I rossoneri, quella sera privi di tutto il centrocampo titolare: erano assenti Andrea Pirlo, Gennaro Gattuso e Clarence Seedorf. Mister Ancelotti ha schierato Cristian Brocchi e Kakha Kaladze assieme a Massimo Ambrosini in mediana.

Al 30′ il vantaggio del Milan con Inzaghi, bravo di testa a battere Lobont sul cross di Andriy Shevchenko. Si mette bene per i padroni di casa, ma l’Ajax è tutt’altro che arrendevole e al 18′ della ripresa trova il pareggio con neo-entrato Jari Litmanen. Due minuti dopo il Diavolo si porta nuovamente avanti, stavolta Pippo restituisce il favore a Sheva e l’ucraino di testa batte ancora Lobont.

Tutto in discesa? Neanche per scherzo. Al 33′ del secondo tempo Steven Pienaar gela San Siro con una conclusione da posizione ravvicinata che trafigge Nelson Dida. L’Ajax si chiude per difendere il 2-2 che lo qualificherebbe alla semifinale di Champions League. Il Milan si butta avanti anche alla disperata per trovare il gol della qualificazione.

Al 90′ l’assalto rossonero viene premiato. Sullo stacco di testa di Massimo Ambrosini è abile Inzaghi a trovare il tocco per scavalcare Lobont e regalare alla squadra di Ancelotti l’euro-derby contro l’Inter. San Siro esplode di gioia. Quando tutto sembrava finito o quasi, ci ha pensato Pippo a risolvere tutto. Una serata magica.

CHAMPIONS LEAGUE 2002/2003, TABELLINO MILAN-AJAX 3-2

MILAN: Dida, Simic (40’st Tomasson), Maldini, Nesta, Costacurta, Brocchi, Rui Costa (40’st Redondo), Ambrosini, Kaladze (35’st Rivaldo), Inzaghi, Shevchenko. All. Carlo Ancelotti.
AJAX: Lobont, Trabelsi, Pasanen, Chivu, Van Damme (1’st Litmanen), Yakubu, Sneijder, O’Brien, Pienaar (39’st De Jong), Ibrahimovic, Van der Meyde (44’st Bergdolmo). All. Ronald Koeman.
Arbitro: Mejuto Gonzales (Spagna).
Gol: 30′ Inzaghi (M), 18’st Litmanen (A), 20’st Shevchenko (M), 33’st Pienaar (A), 45’st Tomasson (M).