Rebic-Jovic, il Milan sogna la vecchia coppia dell’Eintracht

Milan, obiettivo Luka Jovic per l’attacco. L’intento del club, rivela Tuttosport, è riformare quel tandem con Ante Rebic che ha fatto faville all’Eintracht Francoforte. Ecco la possibile strategia del Diavolo. 

Luka Jovic (©Getty Images)

Ante Rebic da una parte, Luka Jovic dall’altra. Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, è questo il sogno segreto del Milan per quanto riguarda il reparto offensivo. Ovvero ricomporre quella super coppia slava che ha fatto faville all’Eintracht Francoforte.

Dopo l’approdo di quest’estate per 60 milioni di euro, il talento serbo sembrerebbe già in uscita dal Real Madrid in quanto non ha convinto con 15 sole presenze e appena tre reti. E il Diavolo, alla ricerca di talenti anche con esperienza internazionale, è pronto ad approfittarne.

Milan-Jovic, la possibile formula

Molto dipenderà anche dalla permanenza o meno di Zlatan Ibrahimovic, ma al contempo c’è comunque esigenza di rinforzare il reparto offensivo data la carenza numerica dopo l’addio di Krzysztof Piatek. E a far da ‘intermediario’ – evidenzia il quotidiano – potrebbe essere proprio quel Rebic con cui è rimasto in stretto contatto in questi mesi.

Visto che il 26enne di Spalato è riuscito a rilanciarsi in rossonero, chissà che non possa tentare anche il suo vecchio compagno di squadra. Il quale avrebbe bisogno eccome di una spinta come quella vissuta da Rebic. Perché Jovic, nelle ultime settimane pre Covid-19, era finito sempre più ai margini nelle scelte di Zinedine Zidane. Tanto da finire addirittura non convocato per i match contro Levante, Barcellona e Betis Siviglia.

Ma al contempo – sottolinea Ts – è da scartare un’ipotesi in prestito secco. Il Milan, infatti, avendo anche già Rebic con questa formula, non intende essere un centro recupero per giocatori di altre società. Dunque, nel caso, vorrebbe quanto meno il controllo sull’eventuale riscatto del giocatore. Un prestito oneroso di 24 mesi, con diritto di riscatto che diventerebbe obbligo in base ai risultati, potrebbe essere in tal senso una soluzione perfetta.

LEGGI ANCHE: BROCCHI RIVELA: “LO STAVO PORTANDO AL MILAN DA ALLENATORE”