Diritti TV Serie A, offerta miliardaria dal fondo Cvc

Il fondo britannico Cvc è interessato ai diritti TV della Serie A e ha iniziato a dialogare con la Lega proponendo un’offerta interessante per il futuro.

Diritti TV Serie A offerta CVC
Pallone Serie A 2019 2020 (©Getty Images)

Nel 2021 scade il contratto che permette a Sky e DAZN di trasmettere la Serie A e l’acquisto dei diritti TV relativi al campionato italiano fa gola anche ad altri soggetti.

Il Sole 24 Ore rivela che il fondo britannico CVC sta già discutendo con la Lega Serie A di un’iniziativa che consenta di fornire per i prossimi dieci anni un importante flusso di liquidità alle società di calcio. L’obiettivo sarebbe costituire una newco dove confluirebbero i diritti TV a partire dal 2021.

La società finanziaria con sede a Londra in passato ha già investito pesantemente sulla Formula 1, il cui controllo è stato poi ceduto per 4,4 miliardi di dollari al fondo americano Liberty Media nel 2016. Gestisce oltre 80 miliardi di dollari di attività tra Europa e Asia. È specializzata in private equity in settori come i beni di consumo, servizi finanziari, telecomunicazioni, farmaceutica. Ha investito anche nel Sei Nazioni di rugby.

L’accordo tra Cvc e Lega Serie A potrebbe valere dieci anni. Rimane da capire quanto potrebbe essere valutata la newco e quali saranno le regole di governance. I club ricaverebbero subito un’importante somma cash. Poi la newco andrebbe a trattare con i broadcaster per la rivendita dei diritti TV. La proposta di Cvc dovrà comunque rispettare la Legge Melandri, che obbliga al bando per i diritti per il prossimo triennio.