Gazzetta – Maldini contro Rangnick, i motivi dell’attacco

La Gazzetta dello Sport ha spiegato cosa ha spinto Paolo Maldini a fare quelle dichiarazioni ieri contro Ralf Rangnick.

Maldini attacca Rangnick
Ralf Rangnick e Paolo Maldini (©Getty Images)

Maldini come Boban. I modi sono diversi, ma il succo è lo stesso. L’esternazioni del croato lo hanno portato al licenziamento; quelle di Paolo sono le premesse di un divorzio che sembra inevitabile.

All’ANSA, il direttore tecnico del Milan ha espresso il sui pensiero sulle ultime dichiarazioni di Rangnick. Un attacco vero e proprio, senza mezzi termini.

Prima di imparare l’italiano, Rangnick dovrebbe imparare il rispetto“, ha detto l’ex capitano. Che proprio non ha mandato giù l’invasione del tedesco che ha fatto chiaramente capire di volere pieni poteri gestionali.

La Gazzetta dello Sport di oggi ha spiegato i motivi che hanno portato Maldini a fare queste dichiarazioni.

Prima di tutto c’è da chiarire una cosa: a quanto pare Paolo aveva informato la società e i contenuti dell’intervista non erano un mistero. Il Milan, quindi, da Elliott a Gazidis, sapeva tutto.

Ma cosa ha spinto Maldini a fare quelle dichiarazioni? Come scrive la rosea, il dirigente ha detto a chi gli sta più vicino di averlo fatto a tutela del club e della squadra perché ha ritenuto destabilizzanti le dichiarazioni di Rangnick.

Ha scelto quindi questa strada per evitare di compromettere la stagione da concludere.