Bennacer: “Al Milan voglio vincere. Ibrahimovic? Esige la perfezione”

Ismael Bennacer non nasconde le sue ambizioni per il futuro al Milan. È contento di avere un compagno come Zlatan Ibrahimovic, che stimola tutta la squadra.

Ismael Bennacer
Ismael Bennacer (©Getty Images)

Ismael Bennacer oggi è intervenuto in un’intervista che il Milan ha pubblicato in collaborazione con il nuovo sponsor Skrill. Di seguito le domande e le risposte del centrocampista rossonero.

Cosa ha fatto il club per assicurarsi che i calciatori rimanessero in forma durante la quarantena?

«Ho un trainer che viene qui ogni due giorni. Ci siamo allenati con dei video. Il trainer ci mostra cosa dobbiamo fare. Siamo in quattro o cinque gruppi e lo facciamo in momenti distinti».

Hai imparato qualcosa di nuovo?

«Ho nuotato tanto. Ho una piscina e in passato non nuotavo. Non ho fatto nulla di nuovo a dire il vero. A volte giochiamo a carte, ad esempio a UNO. È bello, sono competitivo e voglio vincere anche in questo tipo di gioco».

Cosa ti manca degli allenamenti di squadra?

«Magari alcuni giocatori, perché siamo amici. Ad esempio Rafael Leao, sono spesso insieme a lui. Anche con Kessie e Calhanoglu».

Cosa succede nel gruppo WhatsApp del Milan?

«Abbiamo una chat di gruppo, credo che Samu Castillejo sia quello che interviene di più».

Com’è giocare con Zlatan Ibrahimovic?

«Questo tipo di giocatore ti aiuta sempre e vuole sempre il meglio. Non puoi sbagliare un passaggio e fare errori con lui. Per me va bene, perché sai che vuole la perfezione e devi cercare la perfezione se vuoi essere il migliore. Siede accanto a me nello spogliatoio, se non faccio bene un allenamento mi prende in giro. Ma questo va bene, perché così devo sempre fare del mio meglio. È venuto qui e vuole un certo livello. Vuole un alto livello finché non smette di giocare, perché la sua è una carriera fantastica e quindi è così. Ha grande personalità e penso sia stato sempre così. Nessuno dice niente, è tutto tranquillo».

Quanto è speciale indossare la maglia del Milan?

«Se penso alla storia di questo grande club e mi metto la maglia, voglio solo combattere e dare tutto me stesso quando sono in campo. Voglio vincere tutto».

Hai un messaggio per i tifosi?

«Siamo tutti insieme in questo momento e stiamo giocando un’unica partita e possiamo vincerla insieme».