Brehme: “Rangnick adatto al Milan, ma Nagelsmann non è pronto” 

Milan alla tedesca? Ha le idee chiare l’ex interista Andreas Brehme che conosce molto bene Ralf Rangnick trattandosi di un amico. Mentre promuove il 61enne in rossonero, frena invece su Julian Nagelsmann. Ecco perché. 

Andreas Brehme (©Getty Images)

Un Milan alla tedesca, con Ralf Rangnick in regia e magari Julian Nagelsmann in panchina, può davvero funzionare? A rispondere al quesito è un allenatore teutonico che conosce bene sia i diretti protagonisti che la città lombarda avendola vissuta.

Si tratta di Andreas Brehme, ex calciatore che Milano l’ha vissuta dalla sponda nerazzurra dove ha vinto anche uno scudetto nel 1989. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il 59enne di Amburgo si è pronunciato sulla possibile svolta germanica del Diavolo.

“Sono amico di Paolo Maldini, ci siamo trovati per qualche manifestazione di beneficenza. Ho letto le sue ultime dichiarazioni e mi dispiace per la situazione. Però sono amico anche di Ralf Rangnick, da lungo tempo”, premette l’allenatore.

E da collega non ha dubbi: Rangnick sarebbe adatto per il Milan. “Non so cosa succederà – premette -, però lui ha sempre fatto bene in realtà del genere. Sa far giocare bene i suoi calciatori, ha molte idee tattiche, è sempre capace di sorprendere. Bisogna vedere anche in che ruolo arriva. Rangnick deve scegliere: sarà direttore tecnico oppure allenatore?”.

“Ma magari ha intenzione di essere soltanto il direttore tecnico”, aggiunge l’ex difensore. Il che, volendo, può essere letto come un piccolo indizio, nonché conferma, considerando che Brehme spesso si ritrova con Rangnick per giocare a golf.

Ma per quanto riguarda un eventuale approdo di Nagelsmann sulla panchina milanista, l’idea non sembra convincere molto l’ex calciatore: “E’ un allenatore giovane, molto bravo, sta facendo strada. Ma per me non è ancora pronto per andare all’estero, ha solo 32 anni”.

LEGGI ANCHE: MILAN, POSSIBILE AFFARE LOW COST IN DIFESA