L’episodio – Zappacosta, errore che costa caro: Rebic non perdona

Focus sull’episodio determinante nel match di ieri pomeriggio tra Milan e Roma. In particolare sul primo gol della squadra rossonera.

Episodio Milan-Roma
Il gol di Rebic (foto acmilan.com)

Torna la rubrica della redazione di MilanLive.it, incentrata sull’episodio determinante delle gare giocate in campionato dalla squadra di Stefano Pioli.

Il Milan ha vinto ieri pomeriggio a San Siro il suo primo scontro diretto della stagione, superando la Roma per 2-0 al termine di un match ricco di afa e caldo estivo.

Il focus è sull’episodio che ha portato i rossoneri in vantaggio meritatamente al 76′ minuto. L’azione conclusa in rete da Ante Rebic che ha dato il là al successo.

LEGGI ANCHE -> TOMMASI SI DIMETTE DALL’AIC

Milan-Roma 2-0: giallorossi imprecisi, Rebic non sbaglia in contropiede

Dopo un primo tempo sonnolento e con poche emozioni, il Milan nella ripresa capisce di poter affondare il colpo contro una Roma spenta e mai pericolosa.

Dopo alcune possibili occasioni sfumate, i rossoneri trovano il gol decisivo al minuto 76, grazie ad un errore in uscita della difesa ospite.

Il terzino Davide Zappacosta, al rientro dopo mesi di assenza, commette un’ingenuità clamorosa: regala palla a Rebic con un retropassaggio sanguinoso, invece di scaricare verso un compagno.

Foto Lega Serie A

Il croato parte a campo aperto, anche se rischia di incespicare con il pallone. Ma Rebic è pronto e abile a recuperare e premiare la sovrapposizione di Lucas Paquetà, anche lui finalmente incisivo e al centro dell’azione milanista.

Foto Lega Serie A

Paquetà va sul fondo e ben quattro calciatori del Milan accompagnano l’azione. Il suo cross trova Saelemaekers, che appoggia a Kessie per un bel tiro in acrobazia.

Foto Lega Serie A

In area romanista si scatena il caos, ma fanno tutto i calciatori del Milan. Kessie spara su Mirante, il pallone finisce a Rebic che calcia due volte: prima colpisce il palo, poi senza pietà scaraventa la sfera sotto la traversa per l’1-0.

La Roma, quasi tramortita dall’errore di Zappacosta, non è pervenuta. Non a caso all’88’ minuto da un’azione di ripartenza simile nascerà il rigore conquistato da Theo Hernandez per fallo di Smalling.

LEGGI ANCHE -> MILAN IN CORSA PER UN GIAPPONESE