Milan-Novara: ok Kalulu, Paquetà e Roback. Rimandato Duarte

Ci sono giocatori rossoneri che hanno positivamente impressionato nell’amichevole Milan-Novara a Milanello. Leo Duarte il più negativo, deve crescere.

Kalulu bene Milan Novara
Pierre Kalulu (foto AC Milan)

Era solamente una prima partita amichevole e c’erano diverse assenze, quindi ha un valore relativo. Inutile dare giudizi definitivi, ma è giusto commentare quanto visto in Milan-Novara 4-2.

Buon inizio della squadra di Stefano Pioli, che va più volte vicina al gol e poi incredibilmente subisce due reti dagli ospiti, entrambe realizzate da Bellich. Due errori difensivi sono costati cari ai rossoneri, che comunque nel secondo tempo hanno reagito pareggiando grazie a Paquetà e Laxalt. Nel terzo tempo, sempre da 20 minuti, l’allungo decisivo con Calabria e ancora Paquetà in gol.

Milan-Novara: top e flop dell’amichevole

Oggi il quotidiano Tuttosport mette in evidenza quali giocatori rossoneri sono stati promossi e quali bocciati dopo l’amichevole Milan-Novara disputata a Milanello.

PROMOSSI

Paquetà: il brasiliano segna una doppietta, ma è protagonista anche nelle azioni degli altri gol. Da trequartista sembra trovarsi a suo agio, anche se dovrà confermarsi anche nelle prossime amichevoli. Resta sul mercato, però intanto cerca di dare il massimo.

Kessie: solamente due allenamenti nelle gambe, però fisicamente non soffre. Di fronte non ci sono avversari irresistibili, ma l’ex Atalanta se la cava bene.

Ibrahimovic: indossa la fascia da capitano e mostra la solita voglia di vincere. Sprona i compagni e fa alcune buone giocate. Ha poche sedute nelle gambe, però la sua classe si vede lo stesso. È protagonista nell’azione del 2-1.

Calabria: gioca nell’insolito ruolo di mediano al fianco di Kessie. Si gestisce abbastanza bene in quella posizione e si regala la rete del 3-2. Sta facendo il possibile per allontanare le voci di mercato e restare al Milan.

Kalulu: l’ex Lione dà buone impressioni nella sua prima amichevole con la maglia rossonera. Ha un’ottima gamba che gli permette di coprire bene la fascia destra. È ancora un po’ grezzo in alcuni movimenti e deve migliorare i cross. Ovviamente si attendono altri test per valutarlo meglio.

Roback: entra nel secondo tempo e fa decisamente meglio di Tonin. Il neo-arrivato svedese mette in difficoltà il Novara con la sua velocità e i suoi dribbling. L’ex Hammarby sembra avere un potenziale interessante, però andrà giudicato meglio più in là nel tempo.

Theo Hernandez: inizia il match nell’insolita posizione di difensore centrale e complessivamente se la cava, ma va meglio quando viene riportato sulla corsia sinistra e può scatenare le sue doti atletiche.

RIMANDATI

Duarte: l’ultima partita intera l’ha disputata il 10 novembre 2019, poi tanti problemi fisici e una decina di minuti giocati nell’ultima giornata contro il Cagliari. L’ex Flamengo fatica contro gli attaccanti del Novara e sui due gol subiti dal Milan ha delle responsabilità. Deve crescere fisicamente e ritrovare fiducia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Tuttosport – Milan, sondaggio per Soumaré: il prezzo