Milan, stadio e Fair Play Finanziario: il punto di Scaroni e Gazidis

Scaroni Gazidis stadio FFP Milan
Ivan Gazidis e Paolo Scaroni (Foto Ac Milan)

Nella tarda mattinata di oggi si è svolta l’Assemblea dei Soci del Milan e sono state affrontate delle tematiche importanti. Si è parlato dell’approvazione del bilancio 2019/2020, di calciomercato, progetti futuri e altro ancora.

Un argomento fondamentale per l’avvenire del club è senza dubbio lo stadio, del quale ha parlato il presidente Paolo Scaroni: «Nel luglio 2019 la giunta ha approvato il progetto con delle modifiche poi concordate rispetto al piano iniziale. Nei prossimi giorni presenteremo il nuovo progetto al Comune. L’attuale stadio di San Siro verrà destinato a sport non professionistici. Le volumetrie del nostro progetto sono ridotte a 145 mila metri quadri. Ci attendiamo che la giunta esami questo nuovo documento dopo che gli uffici tecnici lo avranno valutato, così che si possa partire con la progettazione esecutiva. Siamo fiduciosi».

Altro tema delicato e importante è il Fair Play Finanziario, sul quale ha risposto l’amministratore delegato Ivan Gazidis: «Se il Milan dovesse ottenere la qualificazione alle competizioni europee per la stagione 2021/2022, la valutazione dei nostri bilanci avverrebbe nell’ottobre 2021. La UEFA prenderà in esame il trend degli ultimi anni, eliminando gli effetti del Covid. Se l’andamento finanziario dovesse essere positivo, discuteremo il nostro percorso con le regole in atto. Siamo certi di riuscire a intraprende la strada giusta per allinearci ai parametri del FFP».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Milan, Baresi nuovo vice-presidente onorario: il comunicato ufficiale e le parole di Franco