“Berlusconi e la scommessa su Shevchenko”: Albertini svela l’aneddoto

Demetrio Albertini ha raccontato un retroscena risalente a quando Andriy Shevchenko approdò al Milan e fece una scommessa con Silvio Berlusconi.

Albertini scommessa Shevchenko Berlusconi
Demetrio Albertini (©Getty Images)

Demetrio Albertini si è formato come calciatore nel settore giovanile del Milan e ha indossato la maglia rossonera fino al 2002. Ha vinto tutto e nel 2005 ha concluso la carriera al Barcellona conquistando la Liga.

Recentemente è uscito il suo libro “Ti racconto i campioni del Milan” in cui racconta cinquanta fuoriclasse che hanno vestito la divisa rossonera. Tante cose interessanti contenute nell’opera edita da Gribaudo, con le illustrazioni di Paolo Castaldi..

Albertini in un’intervista concessa al Corriere dello Sport ha avuto modo di raccontare anche un aneddoto riguardante la stagione 1999/2000, quando arrivò Andriy Shevchenko a Milano: “A Berlusconi proposi che se Sheva avesse segnato 25 gol in campionato ci avrebbe regalato una vacanza nella sua villa in Costa Smeralda. Ha acconsentito. All’ultima giornata era a 23 gol e giocavamo contro l’Udinese, che non aveva niente da chiedere alla stagione. Nel primo tempo Shevchenko segna su rigore. Ne manca uno. Al 93’ fa un’azione da fenomeno ma il portiere gli devia un tiro in corner e non arriviamo all’obiettivo. Silvio però alla fine ce l’abbona e ci dà le chiavi della villa. Sfortunatamente io dovevo andare all’Europeo e alla fine fui l’unico a non godermi quella vacanza…”.

L’attuale presidente del Settore Tecnico della FIGC ha tanti aneddoti da raccontare sulla sua lunga esperienza milanista. Ha conosciuto personalità importanti della storia del club, condividendo tanti momenti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Szoboszlai, il Milan ci pensa ancora: le ultime news