Milan, Castillejo al bivio: rinascita o cessione

Momento non brillantissimo per Samu Castillejo, che sembra essere uno degli anelli deboli del Milan odierno.

Samu Castillejo bivio
Samu Castillejo (©Getty Images)

Stefano Pioli è molto soddisfatto del suo Milan. Nonostante gli ultimi due risultati non eccellenti, contro Lille e Verona in casa, l’andamento della squadra è sinora da applausi.

Inoltre il tecnico ha sempre ammesso di essere felice della propria rosa, di avere a disposizione diverse scelte nei vari reparti.

Il rendimento dei singoli è positivo, ma c’è un’eccezione. Samu Castillejo, esterno d’attacco che finora non è riuscito ancora ad esprimersi a buoni livelli.

Lo spagnolo ha giocato spesso da titolare nei match di coppa, senza però risultare decisivo ed incisivo. Anche nel successo per 2-0 sul Crotone la sua prova è rimasta quasi nell’anonimato. Non è un caso se Pioli in campionato gli preferisce costantemente il più giovane Saelemaekers.

Come sostiene Tuttosport la sua avventura nel Milan è al bivio. Castillejo deve rinascere, tornare l’esterno offensivo ricco di soluzioni e qualità visto in passato. Altrimenti i rossoneri sono pronti a metterlo sul mercato, magari già a gennaio.

Pioli non farebbe fatica a rinunciare a Castillejo, vista l’ampia scelta in attacco. Ad esempio un talento come Jens-Petter Hauge, classe ’99 appena arrivato dalla Norvegia, sembra avere molte più chance future con la maglia del Milan.

Tutto dipende dalle prossime settimane. Il Milan sa che l’ex Villarreal ha avuto un’estate complicata a livello fisico, ma è giunto il momento di farsi trovare pronto.

LEGGI ANCHE -> OSIMHEN INFORTUNATO IN NIGERIA, LE ULTIME