Napoli-Milan 1-3, tabellino e pagelle: Ibra cecchino, Theo zittisce i critici

Tabellino, voti e pagelle di Napoli-Milan: le valutazioni della grande sfida del campionato Serie A giocata allo stadio San Paolo.

Ibrahimovic Theo Hernandez Napoli Milan
Zlatan Ibrahimovic e Theo Hernandez (©Getty Images)

Il Milan dopo 10 anni torna a vincere a Napoli. 3-1 il risultato finale al San Paolo. Un successo che consente alla squadra di Stefano Pioli di tornare in testa alla classifica, lasciata per qualche ora dopo la vittoria del Sassuolo.

I rossoneri partono meglio e al 20′ passano in vantaggio con un potente colpo di testa di Zlatan Ibrahimovic sul cross pennellato di Theo Hernandez. La squadra partenopea reagisce, colpisce anche una traversa con Giovanni Di Lorenzo e crea altre occasioni. Ma al 54′ ancora Ibra fa 0-2 mettendo dentro da pochi passi su gran palla di Ante Rebic.

Al 63′ Dries Mertens accorcia le distanze battendo Gigio Donnarumma in area dopo un contrasto vinto con Alessio Romagnoli. Pochi minuti dopo azzurri in dieci per l’espulsione di Tiemoué Bakayoko. Nonostante l’inferiorità numerica, la formazione napoletana non rinuncia a buttarsi in avanti. Al 78′ Ibra si fa male al bicipite femorale e deve uscire. Il Napoli non molla, però al 95′ Jens Petter Hauge fa 1-3 con una bellissima giocata in area avversaria.

Tabellino, voti e pagelle Napoli-Milan

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Ruiz (45′ st Elmas), Bakayoko; Politano (24′ st Petagna), Lozano (11′ st Zielinski), Insigne; Mertens. A disposizione: Ospina, Contini, Ghoulam, Malcuit, Maksimovic, Demme, Lobotka, Llorente. Allenatore: Gattuso

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer; Saelemaekers (28′ st Castillejo), Calhanoglu (42′ st Krunic), Rebic (29′ st Hauge); Ibrahimovic (34′ st Colombo). A disposizione: A. Donnarumma, Tatarusanu, Conti, Dalot, Duarte, Gabbia, Diaz, Tonali. Allenatore: Bonera

ARBITRO: Valeri di Roma

MARCATORI: 20’pt, 9′ st Ibrahimovic (M), 18′ st Mertens (N), Hauge 50′ st (M)

NOTE: Al 20′ st espulso Bakayoko (N) per doppia ammonizione. Ammoniti: Mario Rui (N), Calabria, Kessie (M). Recupero: 3′ e 5′

VOTI E PAGELLE DELLA SQUADRA ROSSONERA

G. Donnarumma 6,5: sempre attento, sul gol di Mertens non può nulla.

Calabria 6: ha un cliente impegnativo come Insigne da fronteggiare e per questo deve limitare le sortite offensive. Concede poco.

Kjaer 6,5: dopo cinque minuti un problema muscolare dopo un importante intervento difensivo. Esce momentaneamente, poi stringe i denti e rientra. Sbaglia un’occasione gol nitida, però difensivamente è il solito muro.

Romagnoli 5,5: in velocità fatica a volte e perde il contrasto con Mertens nell’occasione del gol del Napoli.

Theo Hernandez 7,5: bellissimo il cross per il colpo di testa di Ibra sull’1-0. Attento in fase difensiva, dove compie interventi importanti. Una bella risposta a chi gli aveva rivolto qualche critica di troppo.

Kessie 6: dopo la trasferta con la Costa d’Avorio non può essere al massimo, però in mezzo il suo lo fa.

Bennacer 6,5: prestazione convincente del regista algerino, difficile da superare e preciso quando si tratta di gestire il pallone. Sbaglia solo un passaggio pericoloso, però è sempre pronto a rimediare. Motorino inesauribile in mezzo.

Saelemaekers 5,5: generoso nella copertura della fascia, non si risparmia mai. Purtroppo gli manca un po’ di precisione quando si proietta in fase offensiva e potrebbe sfruttare meglio alcune situazioni (dal 73′ Castillejo sv)

Calhanoglu 6: è lui a lanciare Rebic sull’azione che poi porta al 2-0 di Ibra. Prestazione soprattutto di sostanza del turco, dal quale ovviamente ci si aspetta di più sulla trequarti. Comunque non si tira indietro quando bisogna ripiegare difensivamente, lo spirito di sacrificio non manca (dal 78′ Krunic sv).

Rebic 6,5: non è ancora al 100%, ma riesce comunque a incidere. È suo l’assist per il raddoppio di Ibra. Per il croato importante aver messo altri minuti nelle gambe e averlo fatto in un match importante (dal 73′ Hauge 6,5: pressa, gioca semplice e sbaglia poco. Al 95′  fa 3-1 con una giocata di alta classe in area).

Ibrahimovic 8: una sentenza quando riceve palla in area, fa doppietta nelle due chance che gli capitano e sale a quota 10 gol in Serie A ed è ancora capocannoniere. Purtroppo deve uscire per un problema muscolare, si spera non sia grave (dal 78′ Colombo 6: entra con il giusto approccio e va anche vicino al gol).