Hauge conquista anche Pellegatti: “Mi ricorda un grande giocatore”

Carlo Pellegatti ha accostato il talento di Jens-Petter Hauge a quello di un altro grande calciatore di livello internazionale.

Hauge somiglia Son
Jens Petter Hauge (©Getty Images)

Tutti pazzi per Jens-Petter Hauge. Il colpo a sorpresa dell’ultima sessione di mercato del Milan sta già mostrando tutte le sue qualità tecniche.

Il ragazzo proveniente dalla Norvegia non ha avuto difficoltà ad imporsi, anche in un calcio molto diverso dal suo. Lo dicono i numeri.

Già tre reti ufficiali realizzate con la maglia rossonera tra Serie A ed Europa League, con la media di un gol segnato oltre circa 78 minuti.

Leggi anche > Szoboszlai-Milan, arriva la chiamata decisiva

Intanto il noto giornalista Carlo Pellegatti si è lanciato in un paragone davvero importante e calzante. Il cronista, che segue da sempre le vicende Milan, ha parlato così a tuttomercatoweb.com.

“Hauge è un’ala guizzante, più attaccante, ma riesce ugualmente a dare una mano al centrocampo. Gli auguro di fare la carriera di Chiarugi nel Milan, uno dei più grandi giocatori che i rossoneri abbiano mai avuto nel ruolo di ala sinistra. Ha caratteristiche dei giocatori antichi, difficile trovare un’ala sinistra che gli assomigli. Il paragone è impegnativo per il vichingo del Milan, ma per come si muove e per i gol che fa somiglia a Son del Tottenham, uno dei 10 giocatori più forti di oggi al mondo”

Pellegatti dunque accosta il classe ’99 al sucoreano Heung-Min Son, un esterno d’attacco prolifico e dal rendimento costante. Un apprezzamento niente male, con la speranza che il Milan abbia davvero trovato un calciatore di alto livello, per presente e futuro.