Milan-Lazio, Pioli: “Teniamo acceso il fuoco. Calhanoglu è fantastico, vuole restare”

Pioli Milan Lazio
Stefano Pioli con la squadra in Milan-Lazio (©Getty Images)

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di DAZN al termine di Milan-Lazio. Partita molto intensa e combattuta quella di San Siro.

Queste le prime parole del mister rossonero nel post-partita: «Ho chiamato la squadra per fare gli auguri di Natale. Abbiamo affrontato un avversario importante e molto forte. Abbiamo fatto un grande sforzo, sono orgoglioso dei miei, che stanno facendo qualcosa di importante».

Ibrahimovic è mancato fisicamente per respirare: «Che un campione come Zlatan manchi è normale, ne siamo consapevoli ma stiamo sfruttando le caratteristiche di tutti. La Lazio ci ha schiacciato per colpa mia, che ho fatto abbassare Saelemaekers. Lo spirito di provarci fino alla fine ci sta dando grandi vantaggi».

Un successo di tutto il mondo Milan: «Il merito migliore di questi risultati è del club che ci permette di lavorare nelle migliori condizioni possibile. La proprietà ci fa star tranquilli e l’area tecnica mi ha messo a disposizione questi calciatori. Non siamo perfetti, dobbiamo essere più bravi a soffrire. Ci sono tanti aspetti da migliorare. Spero di avere presto tutta la rosa, i ragazzi hanno un’anima. Voglio ringraziare i tifosi, che ci stanno dando tanto».

Attesa per il calciomercato di gennaio: «L’area tecnica è competente, se ci saranno le occasioni miglioreranno questo organico ma sono contento perché metteremo questa passione e i nostri giovani possono ancora migliorare molto».

Voglia di vincere: «E’ il fuoco che abbiamo dentro che sta facendo la differenza e dobbiamo tenerlo acceso».

Krunic più che positivo: «Ha fatto una buonissima partita, affrontare Milinkovic-Savic non era facile. Ha fatto una prova di sostanza così come Tonali».

Calhanoglu leader: «Stiamo vincendo tantissime partite perché abbiamo tanti calciatori forti. Io non cambierei nessun giocatore dei miei. Calhanoglu è fantastico, si muove bene, sa attaccare, concludere, si sacrifica. Per me è un top e lo voglio a questo livello e non lo sostituirei con nessuno. Dobbiamo insistere con la qualità per continuare a far bene. Rinnovo? Ha la volontà di rimanere, sta benissimo con noi. Sono sicuro che voglia restare al Milan. E’ ovvio che c’è una trattativa in corso ma tutti vogliamo la stessa cosa».

Theo Hernández devastante: «Non sono convinto che mangi bene come vorremmo (sorride, ndr.)».