Ronaldo elogia il Milan: “Che sorpresa. Ibrahimovic? Unico”

Ronaldo stupito dal rendimento del Milan di Pioli, che vede in corsa per lo Scudetto. Belle parole per Ibrahimovic, considerato unico.

Ronaldo esalta Milan Ibrahimovic
Ronaldo Luís Nazário de Lima (©Getty Images)

Tra i giocatori che nella storia hanno indossato sia la maglia dell’Inter che quella del Milan c’è anche Ronaldo. Il fenomeno brasiliano approdò in Italia grazie ai nerazzurri nell’estate 1997 e nel gennaio 2007 i rossoneri lo prelevarono dal Real Madrid, dove si era trasferito nel 2002.

Sicuramente le due esperienze sono state diverse per il due volte Pallone d’Oro. All’Inter era nel pieno della sua carriera, mentre al Milan era in fase calante. Comunque in rossonero è riuscito a segnare 9 gol in 20 presenze, una media realizzativa niente male. Purtroppo i continui infortuni lo hanno condizionato, dopo un anno e mezzo in rossonero è tornato in Brasile e si è ritirato a inizio 2011.

Ronaldo esalta il Milan e Ibrahimovic

Ronaldo, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha risposto sul fatto che lo scontro Inter-Juventus possa essere già decisivo la lotta Scudetto: «Con più di mezzo campionato da giocare? No, vale solo per l’autostima, per capire quanto si è pronti a lottare a quel livello. Se invece intende che lo scudetto se lo giocheranno loro due ci sta, ma il Milan non ce lo mettiamo?».

Il due volte Pallone d’Oro spende parole di grande elogio per il Milan, che ritiene in corsa per vincere il campionato di Serie A 2020/2021: «Questa stagione è molto particolare: da campionato con sorpresa finale. E il Milan mi sta sorprendendo: calcio offensivo, veloce, giocatori di qualità. E poi, Ibrahimovic: lui ha sempre detto di considerarmi un idolo, io lo considero un caso forse unico, un esempio che fa bene al calcio. Se anche non avessi avuto tutti gli infortuni che ho avuto, non sarei mai arrivato a 40 anni come lui».

Ronaldo esprime ammirazione per Zlatan Ibrahimovic, che in passato ha manifestato parole di stima per il brasiliano. I due si sono anche affrontati nel derby di Milano, quando lo svedese indossava la maglia nerazzurra.