Ibrahimovic vs Lukaku, la Procura indaga: cosa rischiano i giocatori

Ibrahimovic e Lukaku al centro di un’indagine della Procura Federale. I due attaccanti rischiano una sanzione più pesante dopo Inter-Milan.

Lite Ibrahimovic Lukaku
Lite Ibrahimovic Lukaku (©Getty Images)

La Procura Federale ha deciso di aprire un’inchiesta in merito alla lite scatenatasi tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku in Inter-Milan di Coppa Italia.

Il procuratore Giuseppe Chiné ieri mattina ha aperto il procedimento e come prima mossa ha deciso di convocare l’arbitro Paolo Valeri. Il fischietto di Roma sarà ascoltato per chiarire il perimetro delle sanzioni già date ai giocatori durante il derby. Si tratta di un passaggio preliminare per capire quali frasi abbia sentito, in modo tale da non giudicare due volte gli stessi fatti.

Ibrahimovic e Lukaku verso una squalifica più pesante?

Il Giudice Sportivo ha già squalificato Ibrahimovic e Lukaku per una giornata ciascuno in Coppa Italia. Una decisione figlia dei cartellini presi nel corso di Inter-Milan. Ma la Procura Federale vuole capire da Valeri se le ammonizioni sono figlie anche delle frasi offensive in inglese che i due si sono rivolti o solamente per il duro faccia a faccia.

Il procuratore Chinè vuole fare chiarezza sulla vicenda. Se l’arbitro dovesse dire di aver ammonito i calciatori anche per i reciproci insulti, allora potrebbe verificarsi un’archiviazione del caso. Se Valeri spiegasse di non aver sentito le frasi incriminate, allora si procederà con l’analisi degli audio e dei video per studiare tutto nel dettaglio. Non è escluso che Ibrahimovic e Lukaku possano essere convocati.

La Procura Federale poi deciderà se deferire o meno al Tribunale Federale. Bisognerà capire che tipo di squalifica potranno prendere i due calciatori per quanto successo nel derby di Coppa Italia.

Il quotidiano Tuttosport spiega che il turpiloquio potrebbe rientrare nell’articolo 4 del Codice di Giustizia Sportiva che punisce le condotte contrarie a lealtà, correttezza e probità sportiva. Da capire se la frase di Zlatan sui “ridi voodoo” verrà ritenuta una violazione all’art. 28 sui «comportamenti discriminatori» (che tra le sanzioni comprende anche la squalifica a tempo) o se si tratti “solo” di «condotta gravemente antisportiva».

Secondo il Corriere dello Sport, Ibrahimovic rischierebbe 10 giornate di squalifica in Coppa Italia oppure una sanzione disciplinare a tempo se la Procura Federale riterrà discriminatoria l’espressione utilizzata. Sia lo svedese che il Milan hanno preso nettamente posizione sull’argomento, smentendo qualsiasi intento discriminatorio nelle parole del giocatore.

Pesanti anche le parole pronunciate da Lukaku, tra le quali anche un “ti sparo”. Secondo il Corriere della Sera entrambi gli attaccanti rischiano la squalifica a tempo. Tra non molto il procuratore Chiné si esprimerà sulla vicenda.