Covisoc, chiesta chiarezza all’Inter: la risposta di Suning

La Covisoc, commissione di vigilanza sulle società di calcio, ha chiesto all’Inter di fare chiarezza sulla situazione finanziaria. Suning risponde.

Steven Zhang Inter
Steven Zhang (©Getty Images)

Da diversi giorni ormai si parla delle difficoltà economiche dell’Inter. Non a caso è stato concordato con i giocatori il rinvio dei pagamenti degli stipendi e con il Real Madrid di spostare il versamento di una quota dell’operazione Hakimi.

Il quotidiano La Repubblica spiega che la Covisoc ha chiesto chiarimenti al club nerazzurro sulla situazione finanziaria. Suning ha risposto con un documento ufficiale alla richiesta della commissione di vigilanza sulle società di calcio professionistiche.

Il gruppo cinese proprietario dell’Inter ha assicurato che onorerà tutti gli impegni fino a giugno. Entro fine 2021 la società nerazzurra deve versare 195 milioni di euro tra tra stipendi, rate per l’acquisto dei cartellini e interessi. Senza dimenticare che entro novembre va effettuata la rinegoziazione dei due bond da complessivi 375 milioni in scadenza nel 2022.

Non è un mistero che Suning stia cercando di vendere l’Inter. C’è una trattativa con il fondo americano BC Partners, ma anche altri fondi di investimento sono interessati al club milanese: Eqt, Ares, Fortress e Mubadala ad esempio. Il gruppo cinese guidato da Zhang Jindong conta di riuscire a effettuare la cessione prima del termine dell’attuale stagione.

Oltre all’Inter, anche altre squadre sono finite nel mirino della Covisoc: la Roma, più altre tra Serie A, Serie B e Serie C.