Tonali, il giornalista lo attacca: “Non è da big!”

Sandro Tonali, giovanissimo regista rossonero, non ha ancora preso il mano la mediana rossonera, subendo un pesante appunto da Mario Sconcerti.

Sandro Tonali
Sandro Tonali (©Getty Images)

Sandro Tonali, negli anni a Brescia, è sempre stato definito come il centrocampista del futuro della nostra nazionale, con qualcuno che lo ha anche accostato ad Andrea Pirlo. La chiamata a Rino Gattuso per la maglia numero 8, i proclami dei giornalisti e la pressione mediatica hanno esaltato l’acquisto del classe 2000 da parte del club di via Aldo Rossi, tuttavia in campo il calciatore fatica ancora.

La grande piazza, la pressione e qualche infortunio di troppo hanno minato il percorso del gioiellino bresciano, che non è riuscito a riproporre i numeri mostrati negli anni nelle file delle Rondinelle. Stefano Pioli lo sta gestendo con parsimonia e furbizia, non volendo bruciare l’atleta, mentre i tifosi chiedono di più al giovanissimo metronomo.

Tuttavia Mario Sconcerti, ai microfoni di Radio Tutto Mercato Web ha espresso perplessità sul numero 8 rossonero.


Leggi anche:


Le parole di Mario Sconcerti su Sandro Tonali

Mario Sconcerti, esperto giornalista, in una intervista radiofonica, non ha risparmiato qualche critica a Sandro Tonali, ritenuto non all’altezza di una piazza come quella rossonera.

Ecco il passaggio relativo al regista del Milan:

Non è da big, è un bravo giocatore, ma lo vedrei bene a una squadra della dimensione della Fiorentina. Infatti al Milan è la riserva di Bennacer, e ciò non mi stupisce. In Italia appena un calciatore può essere valutato 7 tutti lo valutano da 9, sbagliando”.

Parole dure del giornalista, che rincara una stagione senza acuti del classe 2000, dove in 17 presenze in campionato solo 9 sono state dal primo minuto, il tutto senza portare gol o assist. A Brescia il numero di assistenze convertite in rete sono state copiose, specie da corner, mentre i gol hanno scarseggiato, con una marcatura a Genova, sua unica nella massima serie.

In Europa League invece 5 gare da titolare, e comunque tutte disputate.

Ad annerire il quadro si registra anche una espulsione, nella vittoriosa trasferta di Benevento.