Milan in Superlega, lettera di Gazidis agli sponsor: “Un calcio migliore”

Il Milan conferma la sua partecipazione alla Superlega con una lettera che Gazidis ha inviato a tutti i partner commerciali dei rossoneri.

Ivan Gazidis
Ivan Gazidis (©Getty Images)

Nessun dubbio in casa Milan. L’annuncio ufficiale della partecipazione alla neonata Superlega è la conferma di come il club rossonero voglia guardare al futuro del calcio. L’obiettivo è mantenere una posizione prestigiosa, soprattutto dopo la crescita recente, sia sportiva che economica.

Ivan Gazidis, amministratore delegato Milan e tra i maggiori sostenitori della Superlega, ha personalmente inviato una lettera, scritta di suo pugno, ai vari sponsor e partner commerciali del club. Un gesto dovuto per spiegare la mossa del Milan ed i benefici che giungeranno dalla nuova lega europea.

Come riportato da Calcioefinanza.itGazidis ha spiegato le motivazioni della scelta: “Il Milan è lieto di confermare di essere uno dei dodici principali club europei che si sono uniti per dare vita a una nuova competizione infrasettimanale, la Superlega. L’obiettivo è creare un formato in cui le migliori squadre si sfidino più regolarmente, migliorando la qualità e l’intensità complessive del calcio europeo”.


Leggi anche > Salary Cap e Fair Play Finanziario anche in Superlega


L’ex dirigente dell’Arsenal ha poi scritto in merito alle agevolazioni economiche: “La Superlega fornirà valore e supporto all’intera piramide del calcio con maggiori risorse finanziarie. Aumentando in modo significativo i pagamenti di solidarietà alle leghe nazionali e al calcio di base e la creazione di un campionato femminile corrispondente”.

Gazidis ha poi spiegato che non verrà snobbata la Serie A e che si lavorerà anche per migliorare l’aspetto economico e sportivo dei campionati nazionali: “Contemporaneamente all’impegno per la creazione di questo nuovo torneo europeo, i club fondatori si stanno anche impegnando a lungo termine per i loro campionati nazionali. La Serie A rimarrà la competizione del fine settimana, il Milan è orgoglioso di rimanere una parte importante del tessuto del calcio italiano. I club non vedono l’ora di tenere discussioni con la FIFA e la UEFA e tutte le altre istituzioni calcistiche per lavorare insieme in partnership”.