Clausola da 50 milioni: il pupillo di Rangnick con la Champions

Il fuoriclasse del Lipsia potrebbe andarsene a fine stagione, la clausola è alta ma con la Champions il Milan può pensarci.

sabitzer
Sabitzer (©Getty images)

In quest’estate uno dei pezzi pregiati della Bundeliga potrebbe infiammare il mercato. Si tratta di Marcel Sabitzer. Il Lipsia non ha più tra le mani il futuro del trequartista austriaco. Secondo Sport Bild infatti il centrocampista è in scadenza a giugno 2022 e il suo contratto prevede una clausola da 50 milioni di euro. 

Il Milan aveva mostrato un forte interesse per lui l’anno scorso, quando sembrava che alla guida del club sarebbe arrivato il suo mentore Ralf Rangnick. Chissà che i rossoneri non possano rifarsi sotto ora, anche se va considerata la folta concorrenza. Con gli incassi della Champions la società rossonera potrebbe farci un pensiero. 

Marcel Sabitzer, la bandiera del Lipsia vuole cambiare aria 

Lo stesso giocatore ha dichiarato recentemente: “Il calcio è un business, posso dire qualcosa oggi e domani invece accadrà qualcosa di diverso”. Il ragazzo, che sa dell’attenzione di vari big club su di lui, aspetterà la fine della stagione per decidere del suo futuro. Il 27 enne è infatti da tempo un pupillo di Mourinho che lo volevo prima al Tottenham e ora alla Roma. Lo “Special One”, alla seconda esperienza in Italia, conosce bene le sue caratteristiche, tecniche e di leadership, vorrebbe finalmente allenarlo. 

Sabitzer vanta oltre 600 partite da professionista. Il ragazzo è stato pescato da Rangnick lasciato in prestito al Salisburgo, dove è esploso definitivamente. L’allenatore, che è stato a un passo dal Milan mese fa, se lo è poi portato al suo Lipsia nel 2015, facendo di lui uno dei protagonisti della grandiosa crescita del club.  

In questi sei anni di militanza nel club di proprietà della Red BullSabitzer è diventato una bandiera per i tifosi e anche il capitano della squadra. Abile nel legare centrocampo e attacco, nell’ultimo anno ha registrato 26 presenze 8 reti. La sensazione è che voglia cambiare aria e provare nuove esperienze, anche a causa dell’imminente addio del tecnico Nagelsmann. Se ne saprà di più nelle prossime settimane.