Lutto in casa Juve: addio al “presidentissimo” Boniperti

E’ scomparso questa notte l’ex grande centravanti della storia juventina ed italiana Giampiero Boniperti a 92 anni.

Boniperti
Giampiero Boniperti (©Getty Images)

Il mondo del calcio, e soprattutto la famiglia Juventus, perde un tassello storico. Nella notte è venuto a mancare Giampiero Boniperti, figura di spicco della storia bianconera. Prima come straordinario attaccante, poi come inossidabile dirigente.

Boniperti è scomparso all’età di 92 anni. Era nato in provincia di Novara nel 1928, ma tra i professionisti aveva sempre militato in maglia bianconera, tra il 1946 ed il 1961. Una vita a tinte juventine già in campo, con la bellezza di 443 presenze in Serie A e 178 reti realizzate.

Dopo il ritiro la famiglia Agnelli, sempre colpita dal suo carisma, lo elesse prima dirigente della Juventus, poi addirittura presidente. Una carica che ha ricoperto ufficialmente dal 1971 al 1990. Molte le intuizioni di Boniperti alla guida della società, come l’abbandono del ‘catenaccio’ e la valorizzazione del vivaio.

Boniperti è rimasto successivamente nelle gerarchie della Juve come presidente onorario. Avrebbe compiuto 93 anni il prossimo 4 luglio. Il club bianconero lo ha omaggiato stamattina con una lettera profonda: “Lassù, ora, c’è un’altra stella nel firmamento bianconero che brilla a mostrarci la rotta: quella di Giampiero Boniperti, che ha speso una vita con la Juventus, per la Juventus, e che ha saputo sempre indicarle la via. Grazie di tutto. Buon viaggio, Presidentissimo“.