Modric arrabbiato con Rebic in Croazia-Spagna: il motivo

Rebic ha fatto innervosire Modric, il ct Dalic e altri compagni in Croazia-Spagna di Euro 2020. L’attaccante del Milan ha deluso nuovamente.

Ante Rebic
Ante Rebic (©Getty Images)

È stata una partita pazzesca quella tra Croazia e Spagna negli Ottavi di finale dell’Europeo 2020. 5-3 il risultato finale, a favore della nazionale spagnola.

Sono serviti i tempi supplementari, dopo che quelli regolamentari erano terminati sul 3-3. In campo c’era anche Ante Rebic, attaccante esterno del Milan che non ha fornito una buona prestazione. In generale il suo rendimento a Euro 2020 è stato molto negativo, le aspettative erano di ben altro tipo visto il potenziale che il giocatore ha dimostrato di avere prima di questa competizione.

In Croazia-Spagna non ha fatto arrabbiare solamente i tifosi del suo Paese, ma anche Luka Modric e altri compagni. Come raccontato da Marca, Rebic è stato criticato per essere rimasto fuori dal campo alcuni minuti per cambiarsi le scarpe mentre la Roja faceva l’azione che portato al gol del momentaneo 1-1 firmato da Pablo Sarabia. Il calciatore del Milan ha lasciato in inferiorità numerica la squadra e questo non ha aiutato.

Modric è colui che si è arrabbiato maggiormente con Rebic, chiedendogli spiegazioni per il cambio scarpini e per il ritardo. Anche il commissario tecnico croato Zlatko Dalic era molto irritato nei confronti dell’attaccante, rientrato nello spogliatoio giù di morale a fine primo tempo. Non è riuscito a reagire e al 67′ è stato sostituito da Mislav Orsic, che invece ha disputato una buona gara.

Ora Rebic avrà alcune settimane di vacanza prima di tornare a lavorare con il Milan. Stefano Pioli si aspetta di vederlo continuo per tutta la stagione, dato che da quando è in rossonero è riuscito a fare la differenza solamente nella seconda metà praticamente. Nell’ultima annata, ha segnato il primo gol il 23 dicembre 2020 contro la Lazio.