Ziyech al Milan, quando può chiudersi l’operazione

Ziyech resta un nome caldo per il calciomercato del Milan. C’è un periodo cruciale per la chiusura di questo possibile affare

Ziyech
Hakim Ziyech (©Getty Images)

Il Milan ha una priorità importante sul mercato: l’acquisto di un nuovo trequartista. Con l’addio di Calhanoglu, l’allenatore Stefano Pioli ha dovuto rivedere un po’ i suoi piani. Ha sempre considerato il turco un elemento importante della sua rosa, ma lui ha deciso di andar via e di sposare la causa Inter. Un colpo basso che ora va “respinto” con un acquisto. La società deve dare una risposta: non c’è fretta, e questo è vero, ma i tifosi si aspettano adesso le mosse del club. Finora solo due operazioni: l’acquisto di Maignan e il riscatto di Tomori, ancora in ballo invece la questione Tonali e quelle dei prestiti Brahim Diaz e Dalot.

Ecco, la conferma di Brahim Diaz sarebbe importante per dare una sorta di continuità al progetto tecnico dello scorso anno. Ma lui da solo non basta, e questo il Milan lo sa benissimo. Serve un acquisto in quel ruolo, meglio se di un livello ancor superiore a Calhanoglu. I tifosi hanno deciso: se non si possono avere i campioni (gente come Isco, James Rodriguez o Coutinho), allora è Hakim Ziyech l’uomo da prendere. Ed è un’ottima opzione, ancora potenzialmente buona dal punto di vista economico. Il marocchino ha giocato pochissimo col Chelsea e Tuchel potrebbe presto liberarlo. Si parla di un possibile triplo colpo con Ziyech, Giroud e il ritorno di Bakayoko, oltre a Tomori già riscattato.

Come spiega Tuttosport di oggi, non è un affare semplice quello per l’ex Ajax. C’è da considerare un aspetto importante: solo un anno fa, il Chelsea ha sborsato 60 milioni per acquistarlo dai Lancieri e non hanno nessuna intenzione di veder sfumare un investimento importante. La soluzione migliore per tutti è il prestito con diritto o obbligo di riscatto, al momento non troppo gradita alla dirigenza Blues. Ma il Milan ha un asso nella manica: il tempo. Più scorrono le settimane, più il Chelsea si sentirà “costretto” ad accettare le condizioni dei rossoneri. Ecco perché questo è un affare che potrebbe chiudersi ad agosto inoltrato, quando però il Milan avrà già iniziato da tempo la preparazione e probabilmente la nuova stagione.