Milan, Maignan conquista lo spogliatoio: “Ci dà già indicazioni in italiano”

Dopo l’amichevole Valencia-Milan hanno rilasciato dichiarazioni sia Calabria che Tomori. Quest’ultimo ha raccontato un aneddoto su Maignan.

Maignan Mike
Mike Maignan (foto AC Milan)

Dopo l’amichevole contro il Nizza, il Milan ha affrontato il Valencia. Allo stadio Mestalla risultato finale di 0-0 nei tempi regolamentari, ma ai calci di rigore gli spagnolo hanno avuto la meglio e si sono aggiudicati il Trofeo Naranja.

Al termine della partita Davide Calabria ha così parlato ai microfoni di Milan TV: «Sono contento di essere tornato. Sono in gruppo da soli otto giorni, quindi sto riprendendo pian piano la condizione fisica e i movimenti da fare in campo. Sono stato fermo un po’ dopo un intervento abbastanza delicato. Qualche fastidio lo sento ancora, ma tutto sta andando per il meglio. Adesso ci aspettano altre due partite importanti. Dobbiamo prender condizione, fiducia e confidenza tra noi. Siamo sulla buona strada. Il Nizza era davanti a noi di due settimane, il Valencia di una. In questo periodo quattordici e sette giorni in più di preparazione cambiano tanto. Fisicamente comunque siamo messi bene e dobbiamo conoscerci bene, visto che alcuni sono arrivati da poco. I nuovi sono ragazzi alla mano, sono entrati subito in confidenza».

Anche Fikayo Tomori ha detto le sue impressioni al termine della sfida amichevole contro il Valencia: «Peccato non essere riusciti a vincere ai calci di rigore, però l’obiettivo del pre-campionato è entrare in forma. Abbiamo giocato contro una buona squadra. È stato bello vedere di nuovo i tifosi allo stadio. Stiamo bene, non ci sono stati infortuni e questo è positivo. Sabato ci aspetta il Real Madrid, un’altra gara difficile e un’opportunità di trovare migliore ritmo. Io sto bene, sono rimasto in forma. Sono pronto e carico per la nuova stagione. Giocherò la prima stagione intera al Milan e sono felice. I nuovi arrivi si stanno integrando bene. Credo che la lingua abbia aiutato perché si sono tanti francesi, quindi tutti si possono parlare e aiutarsi a tradurre. Tutti stanno imparando l’italiano. Mike Maignan nello spogliatoio diceva in italiano come posizionarsi sui calci piazzati. Questo fa bene al gruppo. Sono sicuro che diventeremo ancora più uniti con l’avanzare della stagione».