Milan, niente infiltrazioni per Maignan: la ricostruzione

Mike Maignan non si è sottoposto ad infiltrazioni nell’ultimo periodo. Le ultime sul portiere del Milan, che dovrà star fuori più di due mesi

Nel pomeriggio di ieri, come è noto, Mike Maignan “si è sottoposto ad un esame artroscopico che ha evidenziato la lesione di un legamento del polso sinistro che è stata riparata.

Mike Maignan
Mike Maignan (© Getty Images)

È stata inoltre posizionata una vite percutanea nello scafoide per una sofferenza vascolare”. Il portiere del Milan sarà così costretto a star fuori dai campi di gioco per ben dieci settimane. Il 2021 del francese, salvo clamorosi colpi di scena, è dunque concluso. Saranno davvero tante le partite che sarà costretto a saltare.

In queste ore, come era prevedibile, sono state diverse le voci, le ricostruzioni, più o meno veritiere, con le quali si è cercato di far luce sull’infortunio di Mike Maignan. E’ molto probabile che i primi problemi sono iniziati nel corso di Liverpool-Milan, dopo la parata dal dischetto su Salah. In quella circostanza Tatarusanu si riscaldò senza però mai entrare. Maignan fu in dubbio, poi, fino a pochi secondi prima del calcio d’inizio, del match contro la Juventus. Il francese scese in campo a Torino, disputando, poi, una grande partita con il problema che sembrava, ormai alle spalle. Nei successi match tutto era ormai dimenticato. L’altro ieri, dal ritorno dalla Francia, però, la brutta notizia.

In questa storia c’è una precisazione importante, comunque, da fare: come raccolto, Maignan non si è sottoposto a infiltrazioni durante l’ultimo periodo.