Castillejo: “Ero più fuori che dentro il Milan. Ho pianto per tante cose”

Castillejo in lacrime dopo Milan-Hellas Verona: ha spiegato il motivo.

Grande protagonista della vittoria del Milan contro il Verona anche Samuel Castillejo. Il suo ingresso, come quello di Rafael Leao, ha dato una scossa. A fine partita un pianto di sfogo.

Castillejo Samu
Samuel Castillejo abbracciato da Fikayo Tomori in Milan-Hellas Verona (©Getty Images)

L’ex Villarreal al termine della sfida di San Siro ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Le mie lacrime sono il cumulo di tante cose. Non ho avuto un periodo facile, ma sono contento perché sono riuscito ad aiutare la squadra e a prendere 3 punti importanti per noi“.

Castillejo conferma che poteva lasciare il Milan nel calciomercato estivo: “In estate sono stato più fuori che dentro per scelte di dirigenza e allenatore. Poi sono rimasto qui, ma qui conoscono tutti il mio atteggiamento. Mi faccio trovare pronto quando il mister ha bisogno. Oggi è andato bene e sono felice“.

L’esterno spagnolo ha un ottimo rapporto coi compagni: “Mi considero una buona persona, sono da quasi quattro anni qua. Il Milan stava male e siamo riusciti a cambiare tutto. I compagni diventano famiglia quando le cose non vanno bene. Mi sento ben voluto dai compagni“.

Infine Castillejo ha commentato ancora la sua permanenza in rossonero e ribadito di vivere una situazione difficile anche per problemi familiari: “C’è anche il destino che mi tiene legato a questa maglia. Il destino ha voluto che rimanessi, magari per cambiare la situazione. Sono molto contento, non ho parole per le parole fatte oggi. Ho una situazione difficile per la famiglia che è lontana. Oggi ho dato tutto ed è andata bene“.