Calciomercato Milan, doppia cessione a gennaio: l’obiettivo di Maldini

Il Milan ha alcuni esuberi da vendere nel mercato di gennaio: Maldini e Massara vogliono finalizzare due cessioni.

Sono in molti ad aspettarsi uno o due rinforzi a gennaio da parte del club rossonero. Va considerato chi (Kessie e Bennacer) partirà per la Coppa d’Africa e anche la possibilità di migliorare il reparto offensivo. Ci sono varie riflessioni in corso.

Maldini Paolo
Paolo Maldini (©LaPresse)

Ciò che sicuramente vogliono fare Paolo Maldini e Frederic Massara è vendere Andrea Conti e Samuel Castillejo. I due dovevano partire già nel corso dell’ultima finestra estiva del calciomercato, però non sono arrivate le offerte giuste e alla fine sono rimasti entrambi a Milanello. Tuttavia, non rientrano nel progetto del Milan e l’obiettivo è quello di finalizzare la doppia cessione a gennaio.


Leggi anche:


Conti e Castillejo via dal Milan a gennaio 2022

Andrea Conti
Andrea Conti (©LaPresse)

Conti ha un contratto in scadenza a giugno 2022 e il Milan può cederlo in cambio di un piccolo indennizzo (1-2 milioni). Sulle sue tracce sembra esserci la Sampdoria, che cerca un eventuale sostituto di Bereszynski. L’ex Atalanta ha collezionato zero minuti in campo in questa stagione e dovrebbe favorire il proprio trasferimento pur di giocare. Finora in rossonero ha percepito uno stipendio da circa 2 milioni di euro netti a stagione e dovrà accettarne uno più basso.

Per quanto riguarda Castillejo, anche il suo futuro potrebbe essere a Genova. Ma sponda Genoa. Negli ultimi giorni è trapelato che Andriy Shevchenko, nuovo allenatore rossoblu, lo vorrebbe come rinforzo nel mercato invernale. In questa annata ha collezionato tre presenze, risultando decisivo nella vittoria in rimonta contro l’Hellas Verona, ma pure lui non rientra nei piani di Stefano Pioli. A differenza di Conti, il suo contratto scade a giugno 2023. Il Milan potrebbe chiedere circa 6 milioni per vendere il cartellino dello spagnolo, il cui ingaggio annuale è di 1,5 milioni netti.

Maldini e Massara sperano di riuscire a finalizzare queste due cessioni, così da liberare spazio (in squadra e a bilancio) per almeno un nuovo innesto.