Milan, da Calabria a Tomori e Rebic: il punto sugli infortunati

Il Milan continua a non poter disporre di tutto l’organico: il punto sugli infortunati.

La squadra di Stefano Pioli continua ad essere falcidiata da infortuni. Si sperava di avere l’infermeria vuota dopo la sosta nazionali, invece alcuni giocatori si sono fatti male e devono saltare delle partite.

Rebic Ibrahimovic
Ante Rebic e Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Il primo infortunio durante la pausa è stato quello di Davide Calabria, che dopo Italia-Svizzera ha accusato lo stiramento di un polpaccio. Il quotidiano Il Giornale spiega che il terzino rossonero sarà out per 2-3 settimane. La sua assenza pesa, ma Pierre Kalulu sta cercando di farlo rimpiangere il meno possibile.

Altro infortunio arrivato prima di Fiorentina-Milan è quello di Ante Rebic. L’attaccante esterno croato in allenamento ha rimediato la lesione al bicipite femorale della coscia destra. Stop di circa un mese. Altra perdita pesante, visto che sulla corsia sinistra Rafael Leao è costretto agli straordinari non avendo un’altra alternativa di ruolo. A proposito del portoghese, non è meglio dopo la partita di Firenze che aveva concluso anticipatamente causa crampi.

Pure Fikayo Tomori è finito KO prima della trasferta contro la Fiorentina. Nel suo caso si è trattato di un’infiammazione al muscolo otturatore dell’area dell’anca. Ha saltato Firenze e salterà anche il match in Spagna contro l’Atletico Madrid. La speranza è quella di riaverlo a disposizione per Milan-Sassuolo di domenica.

Capitolo Mike Maignan: il portiere francese ha ripreso ad allenarsi, ma lo staff rossonero è prudente sul suo rientro in campo. L’ex Lille scalpita per tornare a giocare, però non bisogna forzare. Il Milan non può permettersi mosse sbagliate.