Milan-Napoli, la fiera delle assenze | Il punto sugli infortunati

Le ultime sui numerosi infortunati in casa Milan e Napoli. Sarà un duello di alta classifica ricco di assenze pesanti.

Fino a qualche settimana fa Milan-Napoli era visto da tutti come lo scontro diretto per lo Scudetto, tra le due formazioni più in forma e brillanti della Serie A.

Calabria e Osimhen
Calabria e Osimhen

La gara di domenica prossima a San Siro avrà invece altri significati e motivi d’attenzione. Si tratta sempre di un duello d’alta classifica, ma entrambe le squadre hanno perso contatto con la vetta.

Inoltre Milan e Napoli sono le squadre maggiormente falcidiate dagli infortuni e dalle assenze forzate. Il big match del 19 dicembre vanterà dunque un record di forfait di lusso.


Leggi anche:


Qui Milan: il punto sugli infortunati

Il Milan di Stefano Pioli si presenterà allo scontro diretto in una condizione mentale più difficile, vista l’eliminazione in Champions League e i recenti risultati deludenti in campionato. Ma l’Inter capolista è a solo una lunghezza di vantaggio, dunque c’è voglia di risollevarsi subito.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Preoccupano gli infortuni numerosi. Ecco la situazione che viene fuori dall’infermeria di Milanello:

  • Davide CALABRIA: lo stiramento al polpaccio lo costringerà a rientrare non prima di inizio gennaio 2022;
  • Simon KJAER: stagione finita per il danese! Operatosi già ai legamenti del ginocchio sinistro, tornerà in estate;
  • Ante REBIC: anche lui out fino a gennaio, per colpa dell’ennesima lesione al bicipite femorale;
  • Rafael LEAO: stessa lesione di Rebic ma con meno gravità, ci proverà per il Napoli ma è più probabile rivederlo a Empoli;
  • Pietro PELLEGRI: altro stop muscolare per un ragazzo falcidiato dagli infortuni. Arrivederci al 2022;
  • Olivier GIROUD: l’unico pronto a rientrare. Pioli lo dovrebbe riavere in gruppo nei prossimi giorni.

Qui Napoli: anche Zielinski in forte dubbio

Se il Milan non ride, il Napoli quasi piange. La sconfitta con l’Empoli in casa è segnale di un periodo difficile, con il passaggio dal primo al quarto posto nel giro di poche settimane. La gara di Milano rappresenta un’occasione di svolta, ma in condizioni numeriche critiche.

Luciano Spalletti (©LaPresse)

Il report sugli infortunati e gli acciaccati da Castel Volturno è quasi drammatico:

  • Kalidou KOULIBALY: la distrazione al bicipite femorale lo costringerà a tornare in campo a gennaio. Ma la Coppa d’Africa chiama;
  • Victor OSIMHEN: dolorosissima la frattura a zigomo ed orbita. Il nigeriano già corre sul campo, ma il Napoli non deve rischiare rientri affrettati;
  • Fabian RUIZ: la tendinopatia continua a dargli problemi. Difficile che recuperi per la sfida di San Siro;
  • Eljif ELMAS: contusione recente al polpaccio. Dovrebbe esserci contro il Milan, ma di certo non al 100% della condizione;
  • Stanislav LOBOTKA: altro elemento contuso, alla coscia stavolta. Dovrebbe partire dalla panchina;
  • Piotr ZIELINSKI: paura per il polacco contro l’Empoli per via dei dolori al petto e del respiro affannoso. Non si tratta di Covid, bensì di sintomi di forte bronchite. Il Napoli rischia di riaverlo a disposizione dopo Natale.

Le probabili formazioni (ad oggi)

Contando tutti questi calciatori in dubbio o certamente assenti, ecco come potrebbero schierarsi Milan e Napoli domenica sera, nel posticipo della 18.a giornata di Serie A:

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Kalulu, Tomori, Romagnoli, T. Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Messias, Krunic; Ibrahimovic.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, J. Jesus, M. Rui; Demme, Anguissa; Lozano, Elmas, Insigne; Mertens.