Milan, l’acquisto di Tomori è un capolavoro: valutazione schizzata alle stelle

L’acquisto di Tomori un anno fa è diventato un capolavoro. Il valore del difensore è esploso in soli tre anni e oggi è preziosissimo

Nel gennaio 2020 il Milan aveva fortemente bisogno di un nuovo difensore centrale, esattamente come oggi. Fu ad un passo davvero da Simakan, ma un grave infortunio al ginocchio convinse Maldini e Massara a cambiare obiettivo.

tomori
Tomori (©LaPresse)

L’ex Strasburgo andò poi al Lipsia in Bundesliga, dove pian piano ha conquistato il posto da titolare. La società rossonera, a quel punto, fu costretta ad andare sul piano b, e così in pochi giorni si concluse la trattativa con il Chelsea per l’acquisto di Fikayo Tomori. Preso in prestito con diritto di riscatto, è diventato a tutti gli effetti un calciatore del Milan la scorsa estate con un investimento da 28 milioni di euro.

Quando si dice, soldi ben spesi. Sì perché Tomori, anche in questi primi mesi della nuova stagione, si è confermato a livelli altissimi, tanto da scalzare definitivamente Alessio Romagnoli dal ruolo di titolare. Oggi il suo valore è schizzato alle stelle, come fa notare Transfermarkt sul proprio profilo Twitter.

LEGGI ANCHECalciomercato Milan, un altro obiettivo per la difesa: lascerà il West Ham

Quando vale oggi Tomori

La valutazione di Tomori è quasi raddoppiata rispetto alla somma versata dal Milan al Chelsea per l’acquisto a titolo definitivo. Ma il dato che fa più impressione è confrontare il valore Transfermakt del difensore ad inizio 2019, quando l’inglese vestiva la maglia del Derby County in Championship, e quello di adesso, cioè fine 2020. In due anni è diventato praticamente un top player con costo d’acquisto elevatissimo, in sintonia con i migliori giocatori in circolazione.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sul Milan? Seguici su Telegram!

Nel mese di febbraio del 2019 il suo valore Transfermarkt era di soli 5 milioni di euro. Sono diventati 20 sul finire dello stesso anno quando nel frattempo il Chelsea, con l’allora allenatore Lampard, decise di riportarlo a casa, ma senza utilizzarlo molto. E infatti da quel momento in poi la valutazione è calata di qualche milione ed è rimasta la stessa fino al suo arrivo al Milan, cioè la svolta della sua carriera.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)

Nel gennaio del 2020, appena arrivato in rossonero, valeva poco più di 20 milioni di euro. Ad un anno di distanza, la somma è più che raddoppiata ed è arrivata a 45 milioni di euro, cioè il suo attuale valore Transfermarkt. Una crescita davvero straordinaria di Tomori, sia dal punto di vista tecnico che economico. E questo rende l’operazione fatta dal Milan un vero e proprio capolavoro. Ora la speranza è di ripetere un’operazione simile anche per il sostituto di Kjaer, che resterà fuori dai campi fino a fine anno.