Il 2021 di Zlatan Ibrahimovic: i numeri dello svedese

Va in archivio un altro anno di Zlatan Ibrahimovic: tra infortuni, gol e tv. Lo svedese protagonista del 2021 del Milan e nn solo

Infortuni e gol. Il 2021 di Zlatan Ibrahimovic è andato in archivio, con il ko di Napoli. Lo svedese è infatti stato costretto a saltare l’ultimo match di campionato, contro l’Empoli, lo scorso 22 dicembre, per via di un sovraccarico al ginocchio.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Un problema, che lo mette in dubbio per la partita contro la Roma, il prossimo sei gennaio. Il 2021 di Ibra si è dunque chiuso con un guaio fisico, non certo il primo di un anno alquanto tormentato.

Ibrahimovic era stato costretto a saltare i primi due match di campionato dello scorso gennaio per via di un problema al polpaccio. Poi gli stop, di natura muscolare, non gli hanno permesso di giocare altre otto sfide.

L’ultimo stop, nella stagione 2020/2021, è legato al guaio al ginocchio, che lo ha portato, poi, ad operarsi e a saltare le prime due di Serie A ad agosto.

Il rientro, contro la Lazio, il 12 settembre, avviene con un gol ma alla vigilia del match di Champions League contro il Liverpool, si ferma per un guaio al tendine d’Achille. Salta sei partite, prima di diventare protagonista del girone di andata del Milan

In Serie A, infatti, gioca undici match, andando a segno per ben sette volte e realizzando due assist. Il gol più importante è certamente quello realizzato all’Olimpico. Una punizione che ha permesso di mettere in discesa il match, contro la Roma di Mourinho.

Delusione europea

Le delusioni sono legate alla Champions League, dove ha giocato poco senza riuscire a lasciare il segno. In 161 minuti totali, infatti, non sono arrivati centri.

L’Europa non sembra proprio essere l’habitat di Ibrahimovic. La passata stagione, nelle due presenze contro Stella Rossa e Manchester United, non sono, infatti arrivati gol.

Decisamente meglio in Serie A: in tredici partite, infatti, erano stati cinque i centri e un assist. Da registrare anche la rete in Coppa Italia, nel derby contro l’Inter, passato alla storia per lo scontro con Romelu Lukaku.

Il 2021 di Zlatan Ibrahimovic è andato così in archivio con tredici gol e due assist ma lo svedese non può essere raccontato solamente attraverso i numeri delle sue reti o dei suoi infortuni.

I tifosi del Milan salutano, però, l’anno con un Milan cresciuto esponenzialmente. Una squadra, che ha ora la mentalità giusta per poter tornare a vincere, per credere di essere la più forte e molto del merito è di Ibra, che dà giornalmente l’esempio ai compagni, che migliorano grazie alla sua cultura del lavoro.

Non solo calcio però: l’anno di Ibra verrà ricordato anche per le tante ospitate in tv per la presentazione del libro Adrenalina ma soprattutto per aver partecipato a Sanremo.