Massara: “Ho avuto un grande maestro. Il Milan mi sorprende ogni giorno”

Le parole di Frederic Massara, direttore sportivo rossonero, durante la presentazione del 17° torneo “Amici dei Bambini” a Milano

Se il Milan è tornato a competere a livelli importanti in Italia e soprattutto partecipa nuovamente alla Champions League, torneo che mancava all’appello da sette anni, il merito è sicuramente di mister Pioli ma non solo. La società comandata da Elliott dà la sensazione di stabilità ed è riuscita a formare uno staff di livello e preparato.

Frederic Massara al torneo Amici Dei Bambini
Frederic Massara al torneo Amici Dei Bambini (foto AC Milan)

Innanzitutto dando spazio ad una icona del Milan come Paolo Maldini, che ha portato nuovamente in rossonero tutto l’amore che ha dato a questa maglia da giocatore per più di vent’anni. Al suo fianco c’è un’altra figura importante come quella di Frederic Massara nel ruolo di direttore sportivo. I due stanno facendo un lavoro egregio, sia all’interno del club che sul mercato. Hanno portato al Milan giocatori giovani e vogliosi di mettersi in mostra con la maglia gloriosa rossonera.

Hanno soprattutto fatto capire cosa significa indossare questa maglia. Questa è una società che si fa rispettare e che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Lo sa bene Donnarumma, che ha messo i soldi al primo posto delle sue priorità. I dirigenti del Milan lo hanno accompagnato alla porta, ed è praticamente la stessa cosa che sta succedendo con Kessie e che è successa nell’ultima estate con Calhanoglu. Chi non è d’accordo con la società, chi non rispetta gli uomini, chi pretende troppo, può benissimo andar via: è questa la filosofia di Maldini e Massara.

Massara e le scelte dolorose fatte: “Hanno portato grandi soddisfazioni”

Durante la diciassettesima edizione del torneo “Amici dei Bambini” a Milano erano presenti diversi volti noti del calcio italiano. Tanti giocatori (anche Calabria) ma soprattutto Frederic Massara, premiato come “Direttore Sportivo Italiano“. Il dirigente del Milan ha dichiarato: “Lavorare nell’ombra mi viene naturale, ho imparato da un grande maestro come Sabatini. Noi dirigenti siamo soltanto dei figuranti, giriamo intorno alla squadra e al mister. La strategia del Milan è molto semplice. E’ un percorso iniziato due anni fa e anche le scelte dolorose fatte hanno portato grandi soddisfazioni“.

Situazione finanziaria e commento sul gruppo, ecco cosa pensa Massara: “Venivamo da una situazione finanziaria difficile, non è stato semplice per noi. Ma devo ammettere che stiamo anche stati fortunati perché abbiamo trovato una squadra forte con giocatori e allenatori che ci sorprendono di anno in anno, con la speranza di continuare ancora così per molto tempo. Le società ormai sono composte sempre più da figure nuove, in particolar modo devono essere presenti sui social. Ma alla fine è sempre il pallone che deve rotolare su un campo di calcio”.