Il dirigente non ha dubbi: “Berardi il primo acquisto”

Occhi puntati in casa Sassuolo. Anche il Milan, come Juventus e Inter, guarda con interesse ai calciatori di proprietà dei neroverdi. Parla Carnevali

Come ogni estate, il Sassuolo si prepara a diventare la protagonista del calciomercato. I neroverdi si sono privati nelle ultime sessioni di Locatelli e Boga: a fine stagione toccherà ad altri calciatori fare le valigie, ovviamente a cifre davvero importanti.

Domenico Berardi
Domenico Berardi (©LaPresse)

I neroverdi stanno mettendo in vetrina parecchi ottimi profili e anche il Milan, oltre che Inter e Juventus, stanno guardando con interesse.

Sono quattro i calciatori, che in caso di offerte importanti, lasceranno il Sassuolo.  Domenico Berardi è sicuramente l’elemento che più piace alla dirigenza rossonera. Sarebbe perfetto per completare il reparto offensivo.

Il calciatore, in una recente intervista, si è detto desideroso di cambiar maglia, per fare il salto di qualità e il Milan potrebbe davvero essere il posto giusto.

Anche Carnevali – intervenuto a Radio Deejay – ha aperto alla sua cessione ma è evidente che servirà l’offerta giusta: “Resterà o ci sono margini per l’addio? Posso rispondere dicendo: se Carnevali fosse il manager di un top club super importante, il primo acquisto che farebbe sarebbe Domenico Berardi”.

Attaccanti cari

Berardi, vista l’età – il prossimo 1 agosto compirà 28 anni – potrebbe avere una valutazione sicuramente più bassa rispetto a Gianluca Scamacca e Giacomo Raspadori, molto più giovani: “65 milioni non bastano? È vero – prosegue Carnevali – La cessione della Fiorentina d Vlahovic, a scadenza tra un anno, ma comunque di un giocatore importante è stata fatta a 75 milioni di euro. Scamacca, Raspdori e Frattesi sono anche loro giocatori di grandissime qualità con margini di crescita. Fissare un prezzo è difficile, specie perché il mercato italiano è fermo e tutti i club sono in sofferenza. Ma al di là del prezzo, i nostri hanno grandi qualità. Per il prezzo ci sarà tempo”.

E’ evidente che le cessioni in estate ci saranno. Attenzione anche a Frattesi e Traore che hanno davvero parecchio mercato – “Il nostro programma è quello che portiamo avanti da più anni, condiviso da più anni: tenere una squadra che possa fare un buon percorso in Serie A, mantenendo i conti in ordini. Cercheremo di fare poche cessioni, che possono essere nell’arco di un paio di ragazzi. L’obiettivo è sempre quello: un occhio al bilancio e uno all’aspetto sportivo”.