Milan-Empoli 1-0, le pagelle: Kalulu da sogno, Florenzi sul velluto. Leao luci e ombre

Milan-Empoli 1-0, le pagelle: Kalulu segna il gol da tre punti e domina in difesa, grande crescita di Florenzi. Leao a intermittenza, Tonali e Bennacer due giganti

Primo tempo di gestione dei rossoneri, che lasciano anche palleggiare l’Empoli in alcune fasi. Il Milan la sblocca con un gran gol di Kalulu, che dopo un rimpallo riceve al limite dell’area e di sinistro a giro apre il match. Qualche fiammata di Leao, qualche occasione sia per Florenzi che per Kessie, ma si va al riposo sul risultato di 1-0.

Milan-Empoli
Milan-Empoli (LaPresse)

Seconda frazione ancora all’insegna della gestione per gli uomini di Pioli, che creano poco davanti ma non subiscono quasi mai le offensive degli avversari. Con i cambi la squadra torna in possesso del pallino del gioco, e porta fino al triplice fischio il minimo vantaggio, conquistando tre punti pesantissimi.


Milan-Empoli, le pagelle:

Maignan 6,5: Si iscrive al match solo nel secondo tempo, quando salva il risultato con un grandissimo allungo su colpo di testa di Luperto.

Calabria 6: Nel primo tempo prova a salire duettando con Messias senza mai creare seri pericoli e arrivando raramente al cross. Bene in fase difensiva, soprattutto sul finale.

Kalulu 7,5: E’ lui l’uomo del momento. Stato di grazia incredibile confermato non solo con l’ennesima grandissima prova di personalità, ma addirittura con il bellissimo gol della vittoria. Migliore in campo.

Tomori 7: Un’altra partita da leader difensivo, sia dentro l’area che nell’aggressione alta. Guida la linea e disinnesca Pinamonti con facilità disarmante.

Florenzi 7: Molto propositivo anche nel ruolo di terzino sinistro, pulito negli interventi e preciso negli affondi. Arriva con costanza e pericolosità in area sfiorando anche il gol.

Tonali 6,5: Perfetto in marcatura, più nel vivo del gioco nel secondo tempo dove sale in cattedra nella fase di gestione del Milan.

Bennacer 6,5: Ancora una prova di grande personalità in regia. Sempre lucido nelle giocate e nel dettare i tempi, si distingue come al solito per generosità nella riconquista e qualità nel palleggio (Krunic 87′ sv).

Messias 6: Difficilmente sbaglia il primo dribbling, è però poco concreto nell’ultimo passaggio. Si sacrifica in fase difensiva recuperando qualche palla importante (Saelemaekers 71′ sv).

Kessie 5,5: Ancora anti errori concettuali sulla trequarti con la palla tra i piedi, e banali imprecisioni. Decisamente meglio quando nel secondo tempo si abbassa a giocare sulla mediana (Brahim Diaz 71′ sv).

Leao 6: Solite fiammate del portoghese che dispensa assist e giocate pericolose a qualche imprecisione nell’affondo decisivo. Più errori e palle perse nel secondo tempo (Rebic 82′ sv).

Giroud 5,5: Partita abbastanza anonima questa volta del francese, che lavora come al solito per la squadra cercando di dare profondità. Prova a darsi da fare ma non riesce quasi mai a concludere (Ibrahimovic 82′ sv).