Kessie, cambia tutto: il club è in guai finanziari

Le ultime  in merito alla situazione finanziaria del club, che potrebbe cambiare il futuro del centrocampista del Milan, Franck Kessie

Non migliora la situazione economica del Barcellona. I blaugrana continuano ad essere tra i club più indebitati in Spagna ma non solo.

Franck Kessie
Franck Kessie (©LaPresse)

In estate, l’addio di Lionel Messi è legato proprio ai conti dei catalani, non proprio in ordine. Un addio doloroso quello dell’argentino, che ha segnato un’epoca ma che non sembra aver insegnato molto al Barcellona.

I blaugrana, infatti, continuano a spendere come se nulla fosse. In inverno Laporta è stato tra i più attivi per regalare un parco giocatori nuovi a Xavi. Sono così arrivati Dani Alves, Ferran Torres, Pierre-Emerick Aubameyang e Adama Traoré, peggiorando la situazione economica.

Come riporta L’Equipe, il Barça è l’unica squadra della Liga con un tetto salariale negativo (ben -144 milioni di euro) dopo il calciomercato invernale, durante il quale i catalani hanno ingaggiato diversi calciatori, come scritto sopra.

Guardando alla prossima sessione, Javier Gomez, Direttore Generale de LaLiga, ha lanciato un avvertimento al Barcellona: “Per reclutare nuovi calciatori – si legge – il Barcellona deve ridurre le proprie spese o realizzare un profitto”. Il club “a differenza di altre squadre, non può fare aumenti di capitale”.

Colpi a rischio

La situazione finanziare del Barcellona va dunque tenuta sotto controllo, anche se il club è pronto a muoversi come se nulla fosse. Sono notizia di questi giorni le trattative per Haaland ma anche del presunto interessamento per Rafael Leao.

Ci sono certezze, invece, in merito al tentativo di tesserare in estate Christensen, che si libererà a zero dal Chelsea, e Franck Kessie.

L’ivoriano è affascinato dall’idea di giocare per il Barcellona e si prepara ad accettare un’offerta da 6,5 milioni di euro netti a stagione più bonus.

La fumata bianca non è ancora arrivata ma la trattativa con il Milan appare bloccata: i rossoneri hanno messo sul piatto una proposta che arriva a 5.5/6 con i bonus. Proposta ritenuta bassa dall’ivoriano e dal suo entourage che ha così deciso di guardarsi attorno.

Ad oggi, dunque, l’idea Barcellona appare quella più concreta ma non sono esclusi colpi di scena. Nel frattempo Kessie, tra alti e bassi, continuerà a giocare per il Milan, fino al termine della stagione, cercando di rendersi utile alla causa. Poi, salvo, clamorosi colpi di scena, sarà separazione. Ma la situazione Barcellona va monitorata giorno per giorno, potrebbe davvero cambiare il futuro di Kessie.