Milan, Berardi primo obiettivo: ma tutto dipende da…

La società rossonera pensa anche a Berardi per rinforzarsi nella prossima campagna acquisti: un colpo che, però, dipende da un addio.

Il Milan in estate potrebbe mettere a segno più colpi per migliorare la squadra a disposizione di Stefano Pioli. Un possibile innesto riguarda il ruolo di esterno destro offensivo.

Domenico Berardi
Domenico Berardi (©LaPresse)

I tifosi rossoneri si aspettavano un rinforzo importante già nell’ultima finestra estiva del calciomercato, ma Paolo Maldini e Frederic Massara non sono riusciti a chiudere alcune delle trattative intavolate. Alla fine a Milanello è arrivato Junior Messias.

L’approdo a Milano del brasiliano è stato accolto con parecchio scetticismo dalla tifoseria, trattandosi di un giocatore di 30 anni e con alle spalle una sola stagione in Serie A con la maglia del Crotone. Vero che con la squadra calabrese aveva fatto buonissime cose, però i dubbi sul fatto che potesse essere all’altezza della maglia rossonera sono stati tanti.

Berardi al Milan: fondamentale una scelta

Il Milan ha preso Messias con la formula del prestito oneroso (2,6 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 5,4 milioni. Il club rossonero non ha ancora preso una decisione sull’acquisto del suo cartellino, ma ad oggi ci sono tanti dubbi sul fatto che l’opzione venga esercitata al termine della stagione.

Junior Messias
Junior Messias (©LaPresse)

Secondo quanto scritto oggi dal quotidiano Tuttosport, dalla scelta su Messias dipenderà l’acquisto di un altro esterno destro offensivo. Un calciatore che piace tanto è Domenico Berardi, è il primo nome sulla lista della dirigenza. Ma l’operazione è difficile.

Il Sassuolo chiede molti soldi (circa 35 milioni) per la cessione del suo gioiello e va considerata anche la concorrenza di altre squadre. Non sarà semplice arrivare a comprare uno come Berardi, che ha certamente delle qualità e dei numeri che farebbero molto comodo a Pioli.

In questa stagione il 27enne calabrese ha collezionato 12 gol e 14 assist in 27 partite totali. Un rendimento di ottimo livello. Il Milan non ha sulla fascia destra d’attacco un calciatore con questo score. Se a sinistra può contare su un Rafael Leao arrivato in doppia cifra in termini di reti segnate, sull’altra fascia fatica maggiormente con Messias e Saelemaekers.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)