Milan, Romagnoli si allontana sempre di più: vicino ad un’altra italiana

Il difensore rossonero, attuale capitano, sembra ormai non rientrare più nei piani societari. E’ stato chiuso dalla coppia Kalulu-Tomori

Si fa sempre più complicato ed improbabile il rinnovo del contratto per quanto riguarda Alessio Romagnoli. Il centrale difensivo cresciuto nel settore giovanile della Roma potrebbe presto salutare Pioli e compagni di squadra, accasandosi nella prossima stagione in un nuovo club ma sempre in Serie A ritrovando, dunque, il Milan da avversario.

Romagnoli
Romagnoli (©LaPresse)

La sua stagione non è sicuramente stata delle migliori, così come l’ultima parte della precedente. Da quando la dirigenza ha comprato Fikayo Tomori, i suoi spazi nell’undici titolare si sono notevolmente ridotti. Infatti nell’ultimo scorcio del campionato passato la coppia difensiva titolare era composta da Tomori e Kjaer. Quest’anno sembrava aver ritrovato spazio dopo il grave infortunio subito dal danese, poi però è successo un’altra cosa che non gli ha permesso di scendere in campo con continuità.

Parliamo dell’exploit ormai definitivo di Pierre Kalulu. Acquistato per agire sulla fascia destra, Pioli lo ha riscoperto come difensore centrale e dopo un periodo di assestamento è diventato imprescindibile per questa squadra. Al fianco di Tomori ha preso sicurezza, forza ed ha trovato anche il gol nell’ultimo match casalingo giocato a San Siro. Inoltre c’è da considerare il probabile approdo in rossonero a partire dalla prossima stagione di Sven Botman, il difensore olandese in forza attualmente al Lille. Tutti elementi che rendono quasi inevitabile l’addio tra il club e Romagnoli.

Romagnoli e la Lazio sempre più vicini: il difensore non è contento al Milan

Stando a quanto riportato nell’edizione odierna del quotidiano Il Corriere della Sera, l’attuale capitano del Milan è sempre più vicino alla Lazio. Sicuramente nei biancocelesti troverebbe maggior spazio per due motivi principalmente: Acerbi non ha più un buon rapporto con la tifoseria e nell’idea tattica di Sarri deve sempre esserci in campo un difensore mancino. C’è un altro aspetto importante da considerare: Romagnoli è un grande tifoso dichiarato della Lazio. Ricorderete che nella semifinale di Coppa Italia tra Lazio e Milan, vinta ai rigori dai rossoneri, il calcio di rigore decisivo fu calciato proprio da Alessio che poi non ha esultato.

Ci sono dunque tutti i presupposti affinché l’operazione vada in porto. Romagnoli lascerà inevitabilmente il Milan a parametro zero dato che le richieste per il rinnovo sono assolutamente fuori luogo secondo la società. Rimarrà in Italia, in Serie A, passando nuovamente per Roma, questa volta però sponda biancoceleste: un accordo sulla base di una cifra intorno ai 3,2 milioni di euro all’anno.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)