Disastro Italia, ko con la Macedonia: niente Mondiale

Terminata la gara valida per la semifinale playoff contro la Macedonia del Nord disputatasi a Palermo. E’ tonfo azzurro!

Questa sera allo stadio “Renzo Barbera” di Palermo si è giocata Italia-Macedonia del Nord, semifinale playoff per l’accesso al Mondiale che si disputerà in Qatar a fine anno. Gli Azzurri non sono riusciti ad ottenere il pass diretto della qualificazione attraverso il girone: lì ebbe la meglio la Svizzera.

Italia-Macedonia del Nord
Italia-Macedonia del Nord (©LaPresse)

Contro ogni pronostico dunque la Nazionale di Roberto Mancini è stata costretta a passare dai playoff. Diciamo contro ogni pronostico perché ci si aspettava obiettivamente qualcosa in più da una squadra che solo pochi mesi fa ha trionfato nell’Europeo facendo tornare passione a tutto il popolo italiano. Questa sera il “Barbera” ha reso l’atmosfera magica, riempiendo lo stadio al 100% della sua capienza (finalmente) e sostenendo la squadra dal primo all’ultimo minuto.

Non era facile affrontare questa Macedonia del Nord, si sapeva già alla vigilia. Non per la qualità tecnica degli ospiti, da quel punto di vista non c’è mai stato alcun dubbio che fossero meglio gli Azzurri. Ma la squadra macedone si è chiusa a riccio in difesa, con undici uomini dietro la linea della palla proprio per evitare qualsiasi tipo di pericolo. Hanno concesso un giro palla sterile all’Italia, diversi palloni toccati da Jorginho e Verratti, ma è stato davvero complicato superare il muro eretto dalla Macedonia del Nord. Soprattutto nel primo tempo, anche se le occasioni non sono mancate: basti pensare a quella ghiotta chance non sfrutta da Berardi praticamente a porta vuota. Da segnalare una grandissima giocata difensiva del milanista Alessandro Florenzi che con un intervento prodigioso in scivolata ha fermato una ripartenza molto pericolosa della Macedonia.

Nella ripresa poi è sempre stata l’Italia a fare la partita e non sarebbe potuto essere altrimenti. Un grandissimo Verratti illumina il gioco degli Azzurri e dai suoi piedi sono nate tutte le azioni più pericolose. E’ lui a vedere Berardi in profondità ma il suo tiro a botta sicura viene deviato in angolo. Nel finale c’è stato spazio anche per il centrocampista del Milan, Sandro Tonali. Poi nel recupero la clamorosa beffa con il gol dalla distanza di Trajkovski. Per la seconda volta consecutiva l’Italia non andrà al Mondiale. Una disfatta pazzesca. Non abbiamo parole.