Riscatto Brahim Diaz, il Milan propone un “taglio netto”: è questa la cifra giusta

La dirigenza rossonera ha deciso che non andrà oltre una certa cifra. Il Real Madrid sarà d’accordo? Si attende la risposta di Florentino Perez

Da ormai qualche giorno si parla con insistenza della situazione riguardante Brahim Diaz. Il calciatore spagnolo è in bilico tra il Milan e il Real Madrid e spera di capire al più presto quale sarà il suo futuro. Il Milan avrebbe piacere nel tenerlo, ma adesso molto dipenderà anche da quello che dimostrerà sul campo.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©LaPresse)

Che ne sarà di Brahim Diaz? Presto ci sarà un incontro tra il Milan e il Real Madrid per parlare di questo aspetto (e non solo). Va ricordato per prima cosa che il trequartista spagnolo è in prestito al diavolo per due anni, dunque fino al 2023. Un accordo arrivato nella scorsa estate, dopo che già un anno fa Brahim aveva vestito la maglia rossonera e sempre in prestito. Dopo questi ulteriori due anni il Milan dovrà decidere se riscattarlo oppure no, ma c’è anche l’opzione di contro-riscatto da parte dei blancos nel caso in cui volessero riprendersi il calciatore.

Lo scorso campionato Brahim ha impressionato i tifosi del Milan, che hanno spinto per un suo ritorno immediato in Italia. C’è da dire che Brahim non era un titolare inamovibile per Pioli ma più una seconda scelta dopo Calhanoglu. Ha avuto molto spazio in Europa League dove si è messo in evidenza in particolar modo, ma anche in campionato ha saputo dire la sua. Quest’anno il compito è stato più arduo perché Pioli gli ha dato le chiavi della trequarti dopo l’addio del turco, ma soprattutto la società gli ha dato fiducia consegnandoli una maglia prestigiosa come la numero 10. Ha avuto un po’ di difficoltà Brahim ad imporsi, vuoi per qualche problemino fisico, vuoi per altri motivi. Nonostante questo sia l’ambiente che tutto lo staff continua a dargli fiducia.

Per questo motivo Maldini e Massara, d’accordo con Pioli, vorrebbero già parlare col Real Madrid per discutere del suo riscatto. La cifra concordata al momento dell’accordo era di 22 milioni di euro circa. Si tratta di una spesa importante per il Milan, che vuole abbassare le pretese. Secondo quanto riportato pochi minuti fa dal quotidiano spagnolo todofichajes.com, i massimi esponenti societari del diavolo metteranno sul tavolo una cifra non superiore ai 12-14 milioni di euro.

Il Real Madrid accetterà questa proposta? E’ tutto da vedere. Fatto sta che ora tocca a Brahim far capire a tutto il popolo milanista che è giusto riscattarlo, ma soprattutto far capire al Real Madrid che il Milan è la piazza giusta per continuare a crescere. E capiremo anche se nell’incontro tra le parti si parlerà di qualche altro giocatore, come ad esempio Hazard e Jovic.