Milan, Florenzi fra infortunio e riscatto: due possibili scenari

Tanti dubbi ormai sul destino di Alessandro Florenzi. Ecco le varie opzioni per la prossima stagione, tra Milan e Roma.

Serata davvero sfortunata ieri per il Milan. I rossoneri non solo hanno deluso le aspettative, restando al palo contro il Bologna. Ma hanno anche perso un jolly della fascia destra per il resto della stagione.

Florenzi
Alessandro Florenzi (©Ansa Foto)

Stop piuttosto serio per Alessandro Florenzi. Il classe 1991, come comunicato dal Milan stesso poco fa, si dovrà operare per una lesione al menisco. Probabile che un contrasto subito nel finale del match col Bologna abbia accentuato un problema al ginocchia già pregresso per il terzino.

Stagione praticamente finita per Florenzi, visto che manca un mese e mezzo al termine del campionato 2021-2022. Ma tale infortunio rischia di mettere in dubbio anche il suo futuro al Milan: va ricordato che il giocatore in questione è in prestito alla squadra di Pioli, ma sotto contratto con la Roma fino al 2023.

Riscatto da verificare: due opzioni sul tavolo

La situazione di Florenzi e la sua permanenza in maglia rossonera erano già in dubbio prima dell’infortunio al menisco. A detta di Stefano Pioli il terzino era considerato comunque un titolare, visto che è stato spesso utilizzato a gara in corso oppure come alternativa ideale a Davide Calabria.

Ma il Milan doveva ancora prendere una decisione sul suo riscatto definitivo, fissato a 4,5 milioni di euro. Ora, con uno scomodo problema al ginocchio, tale riscatto si complicherà ulteriormente. Paolo Maldini proverà presumibilmente a rinegoziare i termini con la Roma, ovviamente a ribasso.

Le opzioni sono due: o il Milan riuscirà a trattenere l’esterno romano a cifre più contenute, magari spendendo non più di 2,5-3 milioni di euro per il suo cartellino. Oppure tornerà mestamente a Roma, dove però a già chiarito di non sentirsi più benvoluto e dunque col rischio di restare un esubero e di essere proposto a destra e a manca per l’Europa.

Inoltre andrà valutato lo stipendio di Florenzi, decisamente oneroso per un calciatore over 30. Il terzino percepisce 3 milioni netti a stagione, forse troppi nei piani del club di via Aldo Rossi. Per questo motivo andranno fatte moltissime valutazioni sulla sua acquisizione in estate.

Va detto che al Milan non mancano le alternative. Nei piani dei dirigenti potrebbe esserci l’ingaggio di un terzino più giovane, che possa ricoprire sia il ruolo di vice-Calabria, sia quello di sostituto di Theo Hernandez, sapendo dunque giostrare su entrambe le corsie laterali. Ogni valutazione è però rimandata dopo la fine del campionato.