Diritti tv, quanto può incassare il Milan: rossoneri al secondo posto

A fine stagione i rossoneri potrebbero incassare una cifra complessiva dai diritti tv, che si calcola oltre i 70 milioni

La stagione 2021/22 di Serie A sta ormai volgendo al termine e i club iniziano a farsi i conti in tasca per capire quanto incasseranno e quanto potranno, di conseguenza, investire sul mercato.

milan dirigenti
Lo stato maggiore del Milan (©LaPresse)

Uno degli introiti più importanti, ovviamente, per quanto riguarda le casse delle società di Serie A, è rappresentato dai diritti tv è in parte equa fra tutte i 20 club e in parte dipendente dai risultati ottenuti sul campo, ovvero, il posizionamento in classifica. Complessivamente, in questa stagione verranno distribuiti ai circa 940 milioni di euro: parliamo di una cifra netta, ovvero gli incassi dei broadcaster ai quali vengono sottratte decina di milioni tra paracadute e versamenti alle leghe inferiori.

La distribuzione in percentuale, dalla quale è escluso il 12% destinato alla spartizione dei club per gli ascolti delle gare, è così versata in base alla Legge Melandri: 50% in misura uguale tra tutte; 15% per la classifica del campionato; 10% per i risultati degli ultimi cinque anni, 5% per la storia del club; 8% sull’audience televisiva certificata da Auditel. A calcolare gli introiti di ogni singolo club di Serie A ci ha pensato Calcioefinanza, attraverso una tabella molto dettagliata con tutte le squadre in ordine di incasso maggiore.

In testa, se il campionato dovesse finire oggi, ci sarebbe l’Inter con 72,5 milioni, seguito a ruota dal Milan con 70,6. Il club rossonero sarebbe, in caso rimanesse in vetta, la squadra ad incassare di più per la classifica (19,9). Più indietro poi Juventus (66,6), il Napoli (59,1) e tutte le altre fino alla Salernitana. Come specifica sempre il portale di calcio ed economia, il rapporto tra la prima e l’ultima è pari a circa 1:2.7.

I rossoneri potrebbero quindi incassare oltre 70 milioni: una cifra importante, di cui una parte verrà sicuramente destinata a Maldini e Massara come budget per la sessione estiva di mercato .