Messias come Diaz, il Milan deve decidere: all’orizzonte c’è Galliani

Non è assolutamente scontata la permanenza al Milan nella prossima stagione di Junior Messias. I rossoneri devono decidere in fretta

Sembra destinata ad essere una super favola quella di Junior Messias con la maglia del Milan, ed in parte lo è ancora. Resta da capire se questa favola avrà un lieto fine o si concluderà come il peggior finale di un qualsiasi romanzo. Il brasiliano rimarrà al Milan oppure no al termine di questa stagione? Molto dipenderà da lui.

Junior Messias
Junior Messias (©LaPresse)

Ebbene sì perché Junior Messias è entrato subito nel cuore dei tifosi rossoneri grazie alla sua storia fatta di passione, sacrificio, perseveranza. Una vita passata tra calcio amatoriale e lavoro, poi la scintilla della fortuna che lo ha portato in Serie A ed al debutto in Champions League a 30 anni suonati. Il gol contro l’Atletico Madrid poi, quello che aveva dato speranze di passaggio del turno alla squadra di Pioli per intenderci, aveva fatto pensare alla nascita seppur tardiva di un nuovo fenomeno brasiliano.

Col passare del tempo però pare che Junior si sia come rilassato un po’. Non sembra più avere quella fame e quella cattiveria che lo avevano contraddistinto nelle prime apparizioni con il Milan. Il tecnico emiliano spesso e volentieri gli dà fiducia anche dal primo minuto, ma ultimamente fatica molto Messias ad imprimere la sua qualità all’interno delle gare. Contro il Torino ad esempio (citiamo questa partita soltanto perché l’ultima in ordine cronologico) è entrato sul terreno di gioco nella ripresa ma è sembrato spaesato, addormentato.

Questa situazione porta inevitabilmente la dirigenza rossonera a ragionare sul suo futuro. Ricordiamo che Junior Messias è stato acquistato nelle ultime ore del calciomercato estivo dal Crotone con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a circa 5,5 milioni di euro. Non è una cifra folle, bensì ragionevole, ma ciò non toglie che ci sono valutazioni in corso sullo spendere o meno questa somma per riscattarlo definitivamente dai calabresi.

Nel caso in cui il Milan decidesse di non acquistarlo, Messias tornerebbe al Crotone ma solo per pochissimo tempo. E’ folta la concorrenza su di lui, squadre di media classifica come il Torino che già lo voleva lo scorso anno. Occhio però in particolar modo ad una vecchia conoscenza del mondo milanista come Adriano Galliani, attualmente amministratore delegato del Monza, società del presidente Berlusconi e militante attualmente in Serie B. Il Monza è molto interessato a Messias a tal punto da arrivare addirittura ad offrire all’incirca 10 milioni di euro.

Sarebbe un affare concreto in caso di promozione in Serie A, ma è una cifra che il club può permettersi benissimo anche in cadetteria. Staremo a vedere dunque quale sarà il futuro di Junior Messias. Molto, anzi tutto, dipenderà soltanto dalla sua volontà e da ciò che farà vedere in campo in questo finale di stagione. Una fetta importante del suo futuro, questo è poco ma sicuro, sarà decisa dalla volontà anche dello stesso Milan.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)